Insieme a sostegno del territorio

24«Avalere sulla convenzione tra Artigianfidi Varese e la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate nel triennio 2003-2005 sono state gestite 327 richieste di finanziamento per un controvalore di oltre 12 milioni di euro a favore delle imprese associate. Il volume di operatività annuo è cresciuto dalle 64 pratiche, per poco più di 2 milioni di euro, gestite nel 2002, alle 149 pratiche, per oltre 6 milioni di euro, gestite nel 2005. L’operatività è quindi cresciuta di circa il 300% su base annua». Giorgio Merletti, presidente dell’Associazione artigiani provincia di Varese-Confartigianato, intervenendo all’assemblea del maggio scorso, ha snocciolato i numeri del rapporto Artigianfidi/Bcc, ovvero del frutto più visibile della politica perseguita con forza dal presidente Silvano Caglio e dagli ultimi due Consigli di amministrazione della nostra Banca. Un risultato che va ascritto esclusiva- mente alla scelta strategica di trasformare la nostra Bcc in un attore sociale del territorio del Nord Ovest, scardinando logiche consolidate in molti apparati e volando alto, sopra la politica miope che, purtroppo, ancora oggi frena il decollo del nostro territorio e che ha trovato la stessa lungimirante visione nelle guide politiche delle Confartigianato della provincia di Varese e dell’Alto Milanese. L’intervento di Merletti, come quello di Toniolo che riportiamo nella pagina a fianco, sta a testimoniare la forza dirompente che, nel tempo, assume sempre più il movimento che ha dato vita alla Carta dei Valori del Territorio del Nord Ovest. «Insieme perseguiamo un importante obiettivo –ha detto Merletti ai Soci della Bcc-: sostenere il rilancio e la crescita dell’economia e della coesione sociale del territorio, per dare forza allo sviluppo di un’area che intende giocare un ruolo strategico per la Lombardia e l’intero Paese. È questo il grande progetto che già all’inizio del 2003 ci ha fatto mettere insieme, la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate, l’Associazione Artigiani di Varese e la Confartigianato Alto Milanese. Già da allora abbiamo cominciato a ragionare insieme, per diventare prossimi alla rete imprenditoriale locale e per trovare gli strumenti necessari a vincere la sfida della competizione nel mercato locale e globale. Salde sono state e sono le fondamenta di questa unione che poggia sulla condivisione di quattro valori di riferimento: la persona, la famiglia, il lavoro, l’impresa». «Fin dall’inizio –ha continuato Merletti- identifichiamo con chiarezza i nostri obiettivi: i tre presidenti Silvano Caglio, Giorgio Merletti e Edmiro Toniolo danno vita da subito ad un tavolo di lavoro permanente. Si cercano azioni per rispondere ai bisogni degli imprenditori del territorio, proponendo incontri di formazione permanente per le aziende, di sostegno alle fasi di start up e una politica agevolata di accesso al credito. E, alla fine di un lungo percorso, la “Carta dei Valori” trova la sua redazione definitiva nel novembre 2005, con l’identificazione degli impegni e la con- divisione dei valori che accomunano le nostre azioni». Dalla strategia ai risultati, con la già citata operatività cresciuta di circa il 300% su base annua. «Mi preme evidenziare -ha sottolineato Merletti- come il credito gestito è un credito sano, caratterizzato da livelli di insolvenze fortemente al di sotto delle medie di sistema e che si attestano attorno allo 0,23% . Ulteriore confer- ma del fatto che operare sul territorio, a favore del territorio, vedere e conoscere da vicino le piccole imprese finanziate, consente di gestire un credito di buona qualità».

0 replies on “Insieme a sostegno del territorio”