Una reggia di filiale: Castano e la sua banca

Tanti gli appuntamenti organizzati per festeggiare il nuovo sportello. Un ulteriore passo per realizzare la missione di banca locale del territorio
33
Il vicesindaco di Castano Primo Fulvio Griffanti inaugura il nuovo sportello del Castanese

L’apertura del primo sportello della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate a Castano Primo non è certo passata inosservata. Per festeggiare la nuova filiale -che segna, di fatto, l’ampliamento della zona di competenza a tutto il Castanese e diviere un ulteriore importante passo affinché la Bcc sia riconosciuta come banca del territorio dell’Altomilanese e del Varesotto-, la nostra Banca ha organizzato una festa in grande stile: le celebrazioni sono iniziate a metà dicembre con una cortese cena di gala e sono continuate per tutto il week-end con i mercatini di Natale e con la partecipazione di un ospite d’onore: Babbo Natale. Un crescendo di iniziative che ha raggiunto il culmine domenica 17 dicembre con il taglio del nastro della nuova filiale di corso Roma, nella storica sede dell’Opera Pia Colleoni, in quello che il sindaco di Castano Primo, Dario Calloni, ha definito «uno degli edifici più belli della nostra città». Le manifestazioni hanno preso il via giovedì 14 dicembre con la tradizionale cena di gala che, per l’occasione, si è tenuta al ristorante “Scia on Martin” di Buscate, dove si sono accomodati esponenti del mondo politico, imprenditoriale, culturale e del volontariato del territorio. La festa vera e propria ha preso il via sabato 16 dicembre ed è continuata domenica 17. Piazza Mazzini si è trasformata in un mercatino di Natale, nella più perfetta tradizione del Nord Europa. La piazza è stata abbellita da una decina di casette di legno, che sono state occupate da artigiani provenienti da tutta la zona (e non solo) che hanno esposto il tipico artigianato natalizio (come presepi, elfi, fate) e prodotti gastronomici. Una casetta è stata riservata esclusivamente a Babbo Natale che, con lo zampino della nostra Bcc, ha distribuito regali a tutti i bambini con una settimana di anticipo rispetto al calendario. Babbo Natale ha anche fatto entrare i bambini nella sua casetta, ha ascoltato le richieste di ognuno (erano più di 300!) e si è messo in posa per una indimenticabile foto ricordo, che i piccoli insieme ai genitori hanno potuto ritirare nella nuova filiale nei giorni successivi all’evento. A riscaldare l’atmosfera, un sottofondo musicale di canti di Natale e tazze fumanti di vin brulè, preparato e servito dai volontari dell’Aido (Associazione italiana donatori di organi) di Castano Primo. Domenica mattina, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale la Santa Messa in ricordo dei Soci defunti. Insieme con gli amministratori e le personalità cittadine, il vice presidente della Federazione Lombarda, Giovanni Pontiggia, l’allora presidente Silvano Caglio e il direttore generale Paolo Innocenti hanno quindi tagliato il nastro della nuova filiale. L’apertura di Castano è stata accompagnata da un clima di grande festa, reso ancora più speciale dall’atmosfera prenatalizia. Tutto il Paese si è lasciato trascinare e si è fatto coinvolgere. Da oggi, anche l’area del Castanese ha la sua banca locale: un partner per lo sviluppo dell’economia del territorio e un punto di riferimento importante per famiglie, associazioni e aziende.

 

0 replies on “Una reggia di filiale: Castano e la sua banca”