A Dairago va in scena l’anno mozartiano

L’anno mozartiano, che da poco ci siamo lasciati alle spalle, ha fatto tappa lo scorso 2 dicembre all’Auditorium Comunale di Dairago. La serata è stata animata dal coro “Anonymi Cantores” di Milano (nella foto), gruppo molto apprezzato per le sue interpretazioni di pagine importanti della coralità antica e moderna. Un repertorio, quello dell’ensemble vocale, che spazia dai madrigali all’opera, fino a canti tradizionali della musica popolare. Per l’occasione, è stata presentata l’opera “Mozart e la parola(ccia)”: una curiosa esplorazione nel mondo del linguaggio più scurrile e triviale. «Inizialmente sono rimasto di sasso di fronte ad espressioni così esplicite», racconta Lidio Clementi, neopresidente della nostra Bcc, che ha partecipato alla serata. Il nostro Credito Cooperativo, sempre attento allo sviluppo e all’offerta delle attività culturali ha contributo per la riuscita dell’evento. «Seguendo lo spettacolo -conti- nua Clementi-, ho afferrato meglio il suo signi- ficato, e devo dire che l’ho apprezzato molto. È stata una serata posi- tiva, con una grande partecipazione di pub- blico, in particolare di giovani, e questo non può che far piacere». Il 2006 è stato un anno importante anche per il comune di Dairago che ha festeg- giato il 35esimo compleanno della biblioteca civica “Leonardo da Vinci”. Oltre al nostro neopresidente, alla serata hanno partecipato il sindaco e l’ex-sindaco di Dairago, Pierangelo Paganini e Rosangela Olgiati e l’assessore alla cultura, Bianca Maria Calloni.

0 replies on “A Dairago va in scena l’anno mozartiano”