Siamo sempre dalla parte del territorio: la scelta di campo della nostra Bcc

Nel 2019 erogati più di 370 mila euro ad associazioni, enti e istituzioni per progetti che hanno permesso ad Altomilanese e Varesotto di continuare nel cammino di crescita

I recenti concerti di Natale a Busto Garolfo e Buguggiate, con la consegna delle beneficenze, rappresentano probabilmente il momento più visibile. Ma l’azione della nostra Bcc per il sostegno del territorio prosegue tutto l’anno, ogni giorno. Tanto che nel solo 2019 i contributi che sono stati erogati ad associazioni, enti, realtà no profit e iniziative dal valore aggiunto hanno superato i 370 mila euro. Una somma significativa non solamente per l’importo, ma soprattutto quale gesto concreto di una vicinanza che in oltre 120 anni di storia il nostro istituto non ha mai fatto mancare. «Abbiamo fatto una scelta di campo: siamo dalla parte del territorio», afferma il presidente della nostra Bcc, Roberto Scazzosi. «La nostra mission è chiara. Ed è un impegno che assume ancora più rilevanza all’indomani dell’entrata nel Gruppo bancario cooperativo Iccrea: un anno fa il nostro istituto ha deciso di essere parte del quarto gruppo bancario italiano. Sono mutate le prospettive – diventate più ampie grazie alla forza e alla stabilità di Iccrea -, ma non sono cambiati i principi che ci muovono».
I destinatari dei contributi elargiti l’anno scorso possono essere divisi in quattro ambiti tematici (cultura, educazione e formazione, attività sociali e sport), più una voce legata alla storia e ai valori della nostra Bcc e che dimostra la vicinanza alle istituzioni della Chiesa. All’ambito sociale, cui è stato destinato il 28% delle beneficenze, fanno riferimento ad esempio le iniziative dedicate al tema della prevenzione sanitaria e per combattere la violenza di genere. In ambito sportivo, l’azione della nostra banca si è contraddistinta per il sostegno allo sport quale momento educativo e di crescita, soprattutto per il ragazzi. Così è stato con il torneo scolastico di basket Pallacanestro Varese School Cup, ma anche il contributo per la sistemazione del campo da calcio utilizzato dall’associazione La Rete che utilizza lo sport come strumento di inclusione. Moltissime le gare podistiche “firmate” Bcc come le prove ciclistiche. In ambito culturale una buona parte dell’intervento è stata finalizzata al sostegno e alla diffusione della musica: solo per citarne alcuni, il partenariato con la scuola di musica Niccolò Paganini, la promozione del Don Giovanni di Mozart a Varese e la presenza alla prestigiosa rassegna Musica in Villa di Gazzada Schianno. Novità del 2019 la partecipazione alla rassegna Duemilalibri. Non certo ultimo, l’ambito educativo e formativo. Qui l’impegno della nostra Bcc si è concretizzato nelle borse di studio assegnate ai giovani. Di rilievo, il sostegno ad una giovane ricercatrice varesina che ha potuto fare un training formativo al Centro trapianti di cellule staminali allogeniche dell’Ematologia dell’Università di Amburgo; opportunità che andrà ad arricchire le professionalità dell’ospedale di Varese. «Al centro di ogni intervento c’è sempre la condivisione di una progettualità per la crescita culturale e sociale del territorio», conclude Scazzosi: «Le Bcc sono un valore aggiunto per i propri territori: dalle relazioni fanno nascere reti che sanno dare soluzioni. Così abbiamo fatto e così continueremo a fare».