La psicologia in aiuto ai malati di cuore

L'Associazione Amici del Cuore Altomilanese ha finanziato una borsa di studio per una psicologa che assiste i pazienti cardiopatici all'Ospedale di Legnano: un servizio fondamentale per la riabilitazione

L’Associazione Amici del Cuore Altomilanese ha raccolto quest’anno 5.700 euro per finanziare il progetto “Prendersi a Cuore”. Si tratta di una borsa di studio in memoria del dottor Carlo Castelli, attiva da quattro anni, che sostiene il servizio di supporto psicologico rivolto ai cardiopatici in percorso riabilitativo al Dipartimento Cardiovascolare dell’Ospedale di Legnano.

Le terapie e i medicinali per la cura dei pazienti cardiopatici sono infatti fondamentali, ma c’è un altro lavoro importante da fare: quello sulla mente, per far capire al malato, dopo un evento acuto, come ricominciare nel modo giusto, impostando stili di vita corretti. Inoltre il supporto psicologico si rivolge anche alla famiglia, perché tutti i familiari devono sostenere il paziente nel suo percorso di riabilitazione.

Una prima fase di sperimentazione del servizio è stato realizzato presso l’Unità Operativa di Cardiologia su pazienti ricoverati con sindrome coronarica acuta e il lavoro ha coinvolto due figure professionali: il cardiologo che ha seguito lo stato clinico della persona durante e dopo il ricovero e lo psicologo, responsabile di svolgere un’attività di sostegno psicologico in reparto e di gestire gli incontri educazionali nella successiva fase post-dimissioni al paziente e ai familiari.

Il progetto “Prendersi a Cuore” è stato pensato per rispondere all’esigenza di pazienti, familiari e dei medici stessi, di accompagnare anche in fase post degenza una persona che ha avuto una problematica cardiaca, al fine di favorire una maggiore aderenza alla terapia e ridurre i futuri eventi clinici.

Dai primi risultati sui pazienti coinvolti, le persone riferiscono di sentirsi più autonome nel gestire e monitorare la propria salute, di percepire un soggettivo miglioramento a livello psico-fisico mostrandosi più motivate a seguire con regolarità l’attività fisica. Il 95% dei pazienti ha smesso di fumare, l’85% svolge attività fisica costante e l’80% segue l’alimentazione raccomandata.

COORDINATE BANCARIE PER SOSTENERE I PROGETTI DELL’ASSOCIAZIONE:

IT84 E 05584 2021 1 000 000 000 698