I ragazzi delle scuole scoprono Dante

La nostra Bcc ha portato più di mille alunni alla scoperta di Dante. Tanti infatti sono i ragazzi delle elementari e medie del Legnanese che hanno aderito al progetto “Apri le porte a Dante”, promosso dall’associazione Liceali Sempre nell’ambito dell’iniziativa “Nel nome di Dante”.
Il progetto, che è stato presentato nella conferenza stampa alla quale ha partecipato il direttore delal filiale di Legnano della nostra Bcc, Andrea Arnaudo, ha voluto coinvolgere i giovanissimi alla scoperta del sommo poeta, coniugando didattica, laboratori e gioco. Infatti ai ragazzi sono state proposti tre momenti: la vista alla mostra allestita a Palazzo Leone da Perego con l’eccezionale guida di Ornella Ferrario, responsabile eventi del consiglio direttivo di Liceali sempre; un’attività laboratoriale, prevalentemente di disegno (Disegno la Divina) sulla base dell’esperienza fatta durante la mostra e una curiosa caccia al tesoro. O meglio, la caccia alle nove porticine realizzate a mano dall’architetto Elena Sala che, al loro interno, contengono un personaggio o un riferimento al viaggio di Dante nell’aldilà e che sono state poste in alcune vetrine dei negozi del centro storico di Legnano. «L’obiettivo – ricorda Ferrario – è quello di estendere la curiosità e l’interesse per Dante Alighieri anche ai più piccoli, con attività che possano, attraverso la ricerca, l’osservazione e la creatività, stimolare la fantasia e suscitare le emozioni che il viaggio dantesco, da 700 anni, crea nell’immaginario universale».
La risposta delle scuole è stata sorprendente. Ancora più sorprendente è stato però il coinvolgimento dei ragazzi che con grande attenzione hanno vissuto la mostra su Dante a Palazzo Leone da Perego che raccoglie tre sezioni: una introduttiva che racconta Dante e il suo tempo, con un focus sul contesto legato al territorio; una dedicata a una selezione di Giudizi Universali, ispirati all’aldilà dantesco o che, forse, hanno ispirato il poeta; infine una sezione dedicata ai grandi illustratori della Divina Commedia. Tra questi, anche Salvador Dalì: sono infatti esposte 100 xilografie originali, della collezione di  Historian Gallery.
Per tutte le classi che hanno partecipato, e parteciperanno nei prossimi giorni, è previsto anche un quarto momento: realizzare un breve elaborato descrittivo del percorso effettuato, con tanto di commenti personali sull’esperienza dantesca. I migliori tre saranno premiati nella cerimonia che svolgerà nell’auditorium della nostra Bcc.