Il CCR conferma il direttivo

Una riconferma che evidenzia la grande forza di un gruppo e poggia sui valori della nostra Bcc. Il Circolo Culturale e Ricreativo ha rinnovato il proprio direttivo nel segno di una profonda continuità. I nove eletti dall’assemblea dei soci, che si è svolta lo scorso 13 giugno nell’auditorium Don Besana, hanno riconfermato Maria Carla Ceriotti alla presidenza dell’associazione per il prossimo triennio; vicepresidente Alessandro Monti; Luigia Clementi segretaria e Silvano Caglio tesoriere. «Dopo 16 mesi siamo tornati a incontrarci», ricorda la presidente Ceriotti. «La nostra assemblea ci ha permesso di vivere e di toccare con mano il valore del ritrovarci dopo un periodo lungo, innegabilmente difficile e per certi aspetti anche drammatico. Ma il CCR non ha mai smesso di esserci. Anche se siamo stati costretti a fermarci, ad assumere comportamenti diversi, mantenere le distanze e soprattutto sospendere tutte le nostre attività, l’associazione anche l’anno scorso ha dato segnali importanti come la collaborazione con il Lions di Parabiago nel concorso fotografico dalla finalità benefica e il rapporto con la Lilt Legnano per sostenere la campagna di prevenzione Nastro Rosa». Del resto, il CCR nel triennio 2018 – 2020 ha messo in campo circa 80 iniziative in 26 mesi (l’attività del 2020 è stata infatti stoppata a fine febbraio), arrivando a coinvolgere quasi 10 mila persone. Il tutto è stato fatto in una costante azione dove, come sottolinea Ceriotti, «il Circolo Culturale e Ricreativo, ereditando dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate i propri principi fondanti, ha saputo dare vita a una cooperazione dove la mutualità e la collaborazione sono al servizio di un percorso di crescita, sociale e culturale dedicato proprio al nostro territorio».
Per il triennio 2021 – 2023, il direttivo del CCR risulta composto da: Silvano Caglio, Vittorio Canziani, Maria Carla Ceriotti, Luigia Clementi, Battista Cova, Giuseppe De Privitellio, Alessandro Monti, Ezio Raimondi e Giovanni Sartorelli. Fanno parte del collegio dei garanti contabili: Maurizio Crespi, Giovanni Rossino e Daniele Zanzottera.

RIPARTIRE DALLA CULTURA

Il Circolo Culturale e Ricreativo della nostra Bcc riparte dalla cultura. Parma, capitale della cultura 2020+21, è la destinazione scelta dal CCR per la prima uscita dopo un anno e mezzo di stop imposto dall’emergenza sanitaria. Sabato 18 settembre è in programma un appuntamento dal significato particolare sia per la voglia di ripresa delle attività dell’associazione, sia perché, scegliendo la città che è stata indicata come capitale della cultura anche per il 2021, mette al centro il valore della cultura, quale elemento di rilancio e di ripartenza. Il programma della giornata prevede la visita guidata dei principali monumenti del centro storico parmense: dalla cattedrale, scrigno di tesori medievali e rinascimentali, completamente affrescata e impreziosita dalla cupola del Correggio, al Palazzo comunale fino al Palazzo del Governatore. Quindi, il Teatro Regio, tempio della musica voluto dalla duchessa Maria Luigia al quale sono legati i nomi di grandi maestri del passato, come Toscanini, Paganini e Verdi. E proprio al compositore dell’Aida è dedicato il pomeriggio con la visita Busseto e al Teatro Verdi. Per iscrizioni e dettagli del programma contattare il CCR.