Bcc Insieme Mutua si sposerà con il Ccr Sanità, cultura e tempo libero per i soci

«L’obiettivo è quello di far nascere un nuovo ente capace di avere maggior forza così da poter offrire le migliori possibilità legate al tempo libero, alla cultura e alla sanità ai soci della nostra Banca. Per questo, entro l’estate del prossimo anno, con l’accordo tutti i soggetti coinvolti, Bcc Insieme Mutua e il Circolo Culturale Ricreativo (Ccr) si fonderanno dando vita ad un nuovo ente, perché non ha proprio più senso che le due associazioni restino divise». A margine dell’assemblea annuale di Bcc Insieme Mutua, che si è tenuta venerdì 16 luglio in sala don Besana e che ha approvato all’unanimità il percorso che la porterà alla fusione con il Ccr, il presidente della nostra Bcc, Roberto Scazzosi, ha così spiegato il senso del nuovo organismo destinato a nascere entro l’estate 2022. «Oltre al logico punto di approdo di avere un unico organismo che operi a favore dei nostri soci -riprende Scazzosi-, nei mesi scorsi la Federazione lombarda delle Bcc ha dato il via ad un progetto che porta al centro la mutua, sia come iniziativa di valore sia come azione caratteristica del movimento del credito cooperativo, invitando tutte le Bcc lombarde a dare vita a una propria Mutua, con lo spirito di far fare a tutte un importante salto di qualità. E quindi anche noi, che abbiamo una mutua operativa sin dal 2016, abbiamo ovviamente deciso di aderire al progetto della Federazione lombarda, soprattutto perché il progetto di una Mutua a coordinamento regionale si inserisce a pieno titolo nelle strategie introdotte dal Gruppo Iccrea, volte a razionalizzare gli sforzi delle singole Bcc con l’adozione anche di economie di scala». Così l’assemblea di Bcc Insieme Mutua ha deciso prorogare per un anno l’attuale consiglio di amministrazione (guidato dal presidente Graziano Porta e dal vice-presidente Francesco Gatti), con l’obiettivo di portare nell’assemblea del 2022 non solamente il progetto della Federazione ma anche il nuovo Statuto, che naturalmente terrà conto della fusione delle due associazioni, mentre è stato rinnovato il collegio sindacale, che è lo stesso di quello della nostra Bcc, con presidente Gian Mario Marnati e sindaci Adalberto Minazzi e Gianfranco Sommaruga.
«L’anno 2020, che è oggetto di questa assemblea, è stato particolarmente difficile, complesso e, troppo spesso, anche doloroso -ha detto il presidente di Bcc Insieme Mutua, Graziano Porta, nel su intervento-. Ci siamo trovati ad affrontare una situazione del tutto nuova e fino al giorno prima inimmaginabile, che ha segnato il nostro vivere indicandoci anche una nuova normalità. Lo spirito dell’unità, del mettersi assieme ha contraddistinto la presenza della nostra Mutua che nel 2020 ha voluto essere vicina ai proprio soci con la donazione di un saturimetro: un apparecchio di cui probabilmente non conoscevamo l’utilizzo, ma che abbiamo imparato ad apprezzare per le possibilità di salvare una vita. I principi ispiratori della nostra Bcc Insieme Mutua sono l’esercizio di un’attività ispirata all’attenzione e alla promozione del benessere della persona, la sua relazione con i soci, i clienti e con il territorio in cui opera. Per questo ci siamo rivolti alle persone, alle famiglie, alle imprese, alle associazioni di volontariato, a quelle sportive e a quelle culturali. Perché quanto più forte e intenso è il legame della collettività, tanto più aumenta la potenzialità dell’intervento. Mutua BCC Insieme ambisce ad educare i soci alla Mutualità, a far assumere loro consapevolezza del grande potenziale rappresentato dal mettere in comune qualcosa per trarne beneficio nel momento dell’effettivo bisogno».
Passando all’attività svolta nel corso del 2020, Porta ha ricordato che «coerentemente con gli obiettivi previsti dalla propria mission, la nostra Mutua, fin dal suo avvio, ha sviluppato due aspetti: da una parte, il servizio mutualistico di assistenza sanitaria integrativa che, in corrispondenza al contributo mutualistico, offre ai soci un adeguato livello qualitativo di servizi e di sussidi, aderenti alle effettive necessità, evitando forme di assistenzialismo improprio; dall’altra, ha sviluppato una rete di convenzioni. I soci, infatti, oltre a usufruire della rete di convenzioni sanitarie attraverso la carta MutuaSalus del Comipa (Consorzio tra mutue italiane di previdenza e assistenza), usufruiscono di una serie di convenzioni stipulate direttamente dall’associazione con gli operatori economici del territorio». Nel dettaglio, con la rete sanitaria nazionale Comipa, i soci della mutua della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate hanno avuto un accesso agevolato, con uno sconto medio del 14%, a 51 tra case di cura e aziende ospedaliere pubbliche, 10 delle quali presenti in Lombardia. Le convenzioni siglate con centri diagnostici e/o polispecialistici, centro ottici, sanitarie, hotel centri termali sono oltre mille, 69 sono in Lombardia, e per queste è previsto uno sconto medio del 16%. È del 15%, invece, la scontistica media prevista per le visite agli oltre 900 medici specialistici e operatori sanitari convenzionati (34 sono nella nostra regione).
«Oltre alla rete di convenzioni che il Comipa ci ha messo a disposizione -ha detto ancora Graziano Porta-, la nostra Mutua ha stipulato nel 2020 più di 20 convenzioni con operatori sanitari e non del territorio, finalizzate a ottenere, per i propri associati e relativi familiari, condizioni economiche di favore e corsie preferenziali di accesso. Le strutture e gli operatori convenzionati garantiscono tariffe scontate dal 5% al 25% rispetto a quelle normalmente applicate alla clientela ordinaria e tempi di accesso ridotti per la erogazione delle visite ed esami richiesti. Sul lato delle adesioni, al 31 dicembre 2020 abbiamo raggiunto 455 soci ordinari, più un socio sostenitore, e 65 familiari, con un andamento in leggera crescita rispetto al 2019. Siamo davanti a una compagine associativa costituita, per lo più, da famiglie con figli che, maggiormente, trovano risposta ai propri bisogni da parte delle proposte della Mutua. Il socio sostenitore della Mutua è la nostra Bcc, che crede fortemente nel progetto Mutua. Per quanto riguarda le prospettive di sviluppo, il consiglio di amministrazione sta seguendo con attenzione l’evoluzione dei servizi sanitari per arricchire l’offerta di soluzioni mutualistiche riservate agli associati, in particolare gli ambiti possibili di intervento riguardano convenzioni con farmacie e strutture per i test rapidi anticovid, convenzione con strutture per check-up, introduzione di polizze assicurative».
L’elenco completo delle convenzioni di Bcc Insieme Mutua si trova sul sito internet www.bccinsiememutua.it, dove è anche possibile scaricare il modulo con la domanda di ammissione alla Mutua che, una volta compilato, va consegnato in una delle filiali della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.