Bonus rinnova veicoli commerciali. I contributi della Regione Lombardia.

Incentivi alle micro piccole e medie imprese per la demolizione di veicoli commerciali di proprietà, benzina fino ad Euro 1 incluso e diesel fino ad Euro 4 incluso

L’intervento è finalizzato ad incentivare le micro piccole e medie imprese a demolire i veicoli commerciali di proprietà, benzina fino ad Euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso, con conseguente acquisto, anche nella forma del leasing finanziario, di un nuovo veicolo ad uso commerciale e industriale di categoria N1 o N2 a basso impatto ambientale, per la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e il miglioramento della qualità dell’aria. „L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto proporzionale alla massa/peso del veicolo e limitatamente alla gamma di veicoli N1 ed N2. La tabella completa dei contributi è disponibile nella sezione dedicata del sito web di Regione Lombardia. Nella pratica si va da un minimo di 6mila euro fino a un massimo di 10mila per l’elettrico puro, e poi da 4mila a 8mila per per gli ibridi, i veicoli a metano o a Gpl. L’erogazione del contributo avverrà a saldo, previa verifica della rendicontazione presentata.“

La misura sarà dotata di un contatore della dotazione finanziaria che consentirà, ove necessario, di chiudere il bando anche prima della data del 10 ottobre 2019 in caso di raggiungimento di richieste di contributo pari alla dotazione finanziaria maggiorata del 10%. L’avvenuto ricevimento della domanda trasmessa in presenza della condizione di “lista d’attesa” non costituirà titolo all’istruttoria della pratica correlata. Le domande in lista d’attesa saranno comunque protocollate (non sarà possibile ottenere il rimborso dell’imposta di bollo) e potranno accedere alla fase di istruttoria solo laddove si rendano disponibili ulteriori risorse in esito all’istruttoria per la concessione ovvero qualora si verificassero delle economie di spesa in fase di istruttoria della rendicontazione o per effetto di possibili rinunce da parte dei soggetti beneficiari. In ogni caso i beneficiari in lista d’attesa che dovessero rientrare tra i beneficiari del contributo dovranno presentare la rendicontazione con modalità on line attraverso il sito http://webtelemaco.infocamere.it entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del decreto regionale di concessione del contributo e comunque non oltre le ore 12:00 del 30 dicembre 2019.

Chi può partecipare

Le micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia che demoliscono un veicolo di proprietà per il trasporto in conto proprio di tipo benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo di categoria N1 o N2 per il trasporto in conto proprio appartenente ad una delle seguenti categorie: elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano e GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).

Sono escluse dalla partecipazione al presente bando:

  • le imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli facenti parte della sezione A: AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA della classificazione delle attività economiche ATECO 2007;
  • le imprese di trasporto conto terzi, secondo quanto previsto all’art. 3 del Regolamento UE 1407/2013, iscritti al relativo albo.

Come partecipare

Le domande di contributo devono essere presentate a Unioncamere Lombardia esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it.

La documentazione obbligatoria da allegare è la seguente:

  1. Modello di domanda: La domanda (fac simile Allegato A) deve essere perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo attualmente vigente di 16 euro – ai sensi del DPR 642/1972 – o valore stabilito dalle successive normative.
  2. Preventivo del venditore del veicolo (anche tramite leasing di natura traslativa) da cui si evidenzi in modo preciso la tipologia del veicolo e la relativa alimentazione (nel caso di ibrido specificando se Full Hybrid o Hybrid Plug In) secondo le indicazioni della tabella di cui al punto B1 del presente bando e da cui risulti lo sconto praticato come indicato al punto B2;
  3. Dichiarazione relativa ai contributi De Minimis (impresa singola e imprese collegate), di cui all’allegato B del presente bando con i sub-allegati 1 e 2); il modello deve essere sottoscritto digitalmente dal legale rappresentate dell’impresa beneficiaria;
  4. Incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della domanda di contributo, come da allegato C del presente bando (solo se il firmatario della domanda di contributo non coincide con il legale rappresentante dell’impresa) corredato dal documento d’identità, in corso di validità, del delegante e del delegato; per questo allegato non è necessario apporre la firma digitale bastano le firme autografe di delegante e delegato;
  5. Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà solo per soggetti che non hanno posizione INPS/INAIL(allegato D) sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria;
  6. Autocertificazione antimafia ex art. 89 del d.lgs. 159/2011 sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria (Allegato E). I termini stabiliti per la conclusione delle diverse fasi procedimentali sono indicati al punto D11.