Il 2019 porta novità nel solco delle certezze

Il presidente Roberto Scazzosi

L’ingresso nel Gruppo bancario cooperativo Iccrea e il nuovo direttore generale. Sono queste le due principali novità di un 2019 che ci vede cambiare pelle ma mantenere la sostanza di sempre, basata su 120 anni di presenza attiva e propositiva nell’ Ovest milanese: valore irrinunciabile e punto fermo del nuovo capitolo della storia che abbiamo già cominciato a scrivere e che percorreremo con un forte e solido gruppo alle nostre spalle. Nelle prossime settimane, sottoscriverò a nome di tutti noi soci il patto di coesione, che è il vero nucleo del passaggio nella “casa comune” della cooperazione del credito. Sono due i focus principali del documento: da un lato, come peraltro previsto dallo spirito stesso della riforma, c’è una forte incidenza decisionale della capogruppo. Dall’altro, però, vi è l’impegno a mantenere un’autonomia decisionale operativa per la singola Bcc, naturalmente in relazione ai paletti imposti dal fatto di essere diventati parte di un gruppo e, soprattutto, all’andamento aziendale. Questo significa che rimarremo titolari del nostro patrimonio e manterremo gradi di autonomia gestionale in funzione del livello di rischiosità. Tutte cose che sono un bene per la nostra Bcc: la nostra banca è solida e in crescita e con questi parametri continuerà a fare quello che ha sempre fatto, garantendo sostegno alle famiglie, alle imprese e alle realtà del nostro territorio. A guidarci in questo nuovo percorso è una persona capace, a cui negli ultimi cinque anni abbiamo già affidato la vice direzione generale del nostro istituto. Carlo Crugnola rappresenta quindi una certezza per tutti noi, offre garanzia di continuità nel percorso di crescita e, soprattutto, ha a cuore i valori distintivi della nostra banca cooperativa.