Ciclismo mondiale sulle strade di Somma

È andata a Olexandr Polivoda, ciclista ucraino della Brunero, la 53esima edizione del GP Somma, prova nazionale di ciclismo per la categoria Elite Under 23, organizzata dal Velo Club Sommese. L’ucraino ha battuto in volata Emiliano Betti, della Petroli Firenze. Domenica 11 ottobre, sul circuito cittadino di Somma Lombardo, 162 corridori provenienti da tutto lo Stivale (e anche da oltre confine) hanno preso parte a una classica d’autunno che ha raggiunto i criteri di “gara nazionale”. Suggestivo anche lo scenario riservato agli sportivi e al numeroso pubblico intervenuto: il via è stato dato dal sindaco Guido Colombo, all’ombra del castello di San Vito. Novità anche sul fronte del percorso: cinque i giri sul primo percorso, che comprende la salita dei Mulini, mentre quattro le tornate che hanno condotto i ciclisti al traguardo di corso Europa. Lo spettacolo, naturalmente, non è mancato. «È stata una bella manifestazione che ha confermato le attese della vigilia», ha commentato Silvio Pezzotta, presidente del Velo Club Sommese. Il momento difficile si fa sentire anche nel mondo dello sport: «Grazie alle istituzioni e agli sponsor che ci sono stati vicini, siamo riusciti a portare a termine questa manifestazione, in particolare alla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, sempre attenta a supportare lo sport del territorio». Alla nostra Bcc è stato intitolato il particolare trofeo che viene riservato al direttore sportivo del vincitore. «Riconfermare la nostra vicinanza allo sport e a unamanifestazione di grande caratura agonistica è motivo di orgoglio», ha detto il nostro vice presidente vicario, Ignazio Parrinello: «Come banca del territorio siamo vicini a chi ha fatto dello sport un motivo di aggregazione e di crescita. E il Velo Sommese ne è una testimonianza viva». Alle premiazioni ha partecipato il responsabile della filiale della Bcc di Somma Lombardo, Maurizio Fortina (nella foto, secondo da sinistra): a lui il compito di assegnare lo speciale Trofeo Bcc per il direttore sportivo del vincitore della gara. Il GP Somma prende il nome dal lanificio che 53 anni fa lo aveva voluto e sostenuto. In oltre mezzo secolo di storia la gara si è ritagliata un posto di prim’ordine nella programmazione ciclistica. Nell’albo d’oro figurano nomi della caratura di Alfredo Chinetti, Giovanni Mantovani, Claudio Chiappucci e Carlo Marino Bianchi.

0 replies on “Ciclismo mondiale sulle strade di Somma”