LA NOSTRA BCC E I LEGNANESI

«Come Felice Musazzi, anche I Legnanesi sono un bene collettivo della nostra terra, e con loro la nostra Bcc si è incontrata qualche anno fa, nel momento del temporaneo bisogno di un mutuo soccorso all’inizio del cammino di successi che prosegue ormai da quasi vent’anni». Nella sua introduzione al libro dedicato a Musazzi, il nostro presidente, Roberto Scazzosi, ricorda il precedente che ha legato la nostra banca agli eredi artistici del grande Felice. Era il 2003 e la compagnia dei Legnanesi, capitanata da Antonio Provasio e Enrico Dalceri, veniva dal successo di “Và là batel … ca sem su tutti”: 120 repliche sotto lo sguardo compiaciuto della famiglia Musazzi, con Mariuccia, la vedova di Felice, che al Corriere della Sera dichiarava: «In Antonio mi sembra di rivedere mio marito». Era il momento in cui la compagnia doveva spiccare il volo e, così, la nostra Bcc si schierò al suo fianco, con un primo accordo di un anno, per la stagione teatrale 2003/2004, che verrà poi rinnovato fino all’estate del 2006, per salutarsi infine da buoni amici, perché ormai i Legnanesi erano diventati grandi. Davvero grandi.
Ma quei tre anni sono scolpiti nella memoria di tutti i soci e i clienti della Bcc, per i tanti spettacoli fatti, gli incontri alle feste organizzate dalla banca a Malpensa Fiere e sotto il tendone eretto nel campo sportivo di Busto Garolfo, le comparsate alle serate e agli appuntamenti natalizi per i soci. Un’alleanza, quella tra la Bcc e I Legnanesi, nel nome di un interesse e di un amore comune: il territorio; con la Teresa identificata come il testimonial perfetto per rappresentare le radici vere della nostra terra. E così, nel 2004, la Bcc dedica ben due calendari all’avvenimento: uno incentrato sulla compagnia teatrale, l’altro riservato alla mattatrice, alias Teresa Colombo. Il calendario tornerà nel 2006, a salutare l’arrivo sul palco di “Bu … come buleta”, che supererà anche i successi di “Tela là la luna”, mentre, tra le “Teresate” e i “Cunta sù Teresa”, per i Legnanesi si aprono le porte delle televisioni e dei palcoscenici di tutta Italia.
Di quegli anni, resta il commento di Antonio Provasio, regista de I Legnanesi e interprete acclamato della Teresa, che alla fine del matrimonio con la nostra Bcc commentava: “Possiamo davvero dire di essere cresciuti insieme, noi e la Bcc. Ringraziamo la Bcc che ha creduto in noi. E ora, ripartiamo alla grande”.