Sta nella bellezza del «Made in Italy» il segreto del successo di Müster & Dikson

L’azienda di Cerro Maggiore che opera da più di cinquant’anni nel settore del beauty dell'arredamento e della tricologia fa della tradizione italiana il punto di partenza

La nostra azienda opera nel settore dell’acconciatura e dell’estetica da oltre cinquant’anni. Un lungo asse di tempo, durante il quale abbiamo avuto modo di crescere e di migliorarci. Il mercato italiano, così come la grande diffusione verso l’estero, sono la matrice che ci ha permesso, permette e permetterà lo sviluppo, rimanendo sempre un’azienda familiare». Inizia così il racconto di Roberto Colombo, membro del Cda della Müster & Dikson, azienda fondata da Franco Colombo e da questi diretta con l’aiuto di Roberto, che qui ci racconta l’azienda, di Nadia e Riccardo. Una famiglia in prima linea! La Müster & Dikson nasce nel 1965 a Cerro Maggiore, per iniziativa del ragionier Franco Colombo, distribuendo dapprima i suoi prodotti nella sola Italia e sin da principio anche all’estremo Sud, per arrivare, oggi, ad una commercializzazione che raggiunge settanta Paesi in tutto il mondo e con introiti in costante crescita derivanti dall’export. «Negli anni dello sviluppo siamo stati affiancati da alcuni importanti partner commerciali, tra cui la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate -racconta Colombo-. La Bcc ci ha aiutato e ci aiuta attraverso una collaborazione costante, che si è subito trasformata in un rapporto lavorativo di fiducia, che ci permette di sfruttare le loro offerte commerciali in modo positivo e producente. Anche grazie a questa partnership siamo riusciti ad avviare alcuni nostri importanti progetti». L’affiancamento di collaboratori validi è un’importante chiave per il successo, ma ancor più necessario è avere una chiara direzione commerciale e imprenditoriale: «Nel corso di questi anni abbiamo raggiunto 70 mercati con cui oggi abbiamo costanti rapporti commerciali -riprende Roberto Colombo-. La nostra impresa è nata con una mentalità aperta. Già nel 1976 iniziava il nostro interesse per l’estero, in particolare verso il Canada, quando nacque una partnership a Toronto con il nome di Dikson Service Canada, oggi divenuta una società del Gruppo, la Müster & Dikson North America, che insieme alla Müster & Dikson do Brasil ha reso l’azienda una multinazionale. Questo a testimonianza del fatto che la nostra internazionalizzazione non può definirsi una tappa, ma un cammino costante: da più di 45 anni esportiamo i nostri prodotti, ampliando man mano la nostra clientela e orientandoci verso i mercati esteri in maniera mirata e costante». La Müster & Dikson non solo ha lo sguardo puntato verso l’internazionalizzazione, ma fa delle sue unità produttive e dei suoi dipendenti, che oggi sono circa 170, la chiave del successo. Negli anni, infatti, ha costantemente reinvestito gli introiti aziendali nell’ampliamento e miglioramento della struttura e del servizio offerto: a metà degli anni Ottanta e ancora nei primi anni del nuovo Millennio, ad esempio, sono stati potenziati gli stabilimenti produttivi e le strutture logistiche, configurando l’attuale insediamento industriale. Nei primi anni ‘90 l’azienda ha inaugurato il complesso dedicato all’esposizione permanente degli arredi e delle attrezzature professionali: 3mila metri quadrati di esposizione e altri 1.500 destinati agli uffici tecnici, in cui designer e architetti sviluppano nuove linee di arredo e soluzioni innovative per il settore. Questa scelta strategica si è rivelata fondamentale per affrontare lo sviluppo aziendale. «Far convivere cosmetica ed attrezzatura è una scelta voluta e vincente -sottolinea Roberto Colombo-. Può apparire banale, ma conoscere da vicino le problematiche, le esigenze e le possibili soluzioni per i prodotti cosmetici, l’arredamento, le apparecchiature e tutto quanto serve al lavoro dei nostri clienti, crea in noi una consapevolezza straordinaria delle esigenze che esprime il mercato su ogni fronte. Inoltre, con un’offerta così ampia, le chances per affascinare la clientela aumentano considerevolmente». Questa strategia di business, abbinata ad una gestione mirata delle finanze e delle risorse aziendali, è ancora oggi un elemento imprescindibile per la crescita. «La Müster & Dikson ha nel suo DNA la formulazione professionale e la ricerca tecnologica. Abbiamo laboratori scientifici e tecnici direttamente all’interno della nostra struttura ed il loro costante lavoro di ricerca è alla base della nostra attività e del nostro successo. Ne è diretta conseguenza la specializzazione, che da noi si “respira” ovunque e si differenzia divisione per divisione, salvo poi ritrovarsi in modo sinergico per le scelte di strategia, per le azioni di marketing e le proposte da mettere in campo». Oltre a questa altissima competenza, ricerca e specializzazione, il prodotto finito è impreziosito con un insieme di valori, percezioni e sentimenti che son diventati oramai imprescindibili, considerando anche i mercati esteri raggiunti dall’azienda. «Il valore che ci ha contraddistinto e caratterizzato in questi anni è la tradizione e la volontà di portare l’eccellenza del made in Italy in tutto il mondo -riprende Roberto Colombo-. La tradizione è il prodotto dell’esperienza, presupposto per dare continuità allo sviluppo secondo una logica che tiene conto dei traguardi precedenti e li utilizza come trampolino di lancio per raggiungere risultati sempre più ambiziosi. Per creare qualcosa di migliore. In Italia la tradizione si “respira”, fa parte di noi tutti, ci differenzia rispetto al resto del mondo e ritengo sia un grande valore aggiunto che vogliamo promuovere attraverso il nostro business. Il marchio “Made in Italy” da solo non è sufficiente, ma deve essere la firma finale per esaltare un prodotto di qualità reale, funzionale ed estetica; cioè tutto quello che si attende un acquirente esigente che vuole sempre di più». La complessità per creare una linea e identificare un brand di successo, quindi, non sta solo nel realizzare un prodotto che soddisfi le aspettative del mercato e che sia concorrenziale rispetto ai competitor, ma anche nel garantire alla propria clientela quel qualcosa di più, quell’insieme di valori e di percezioni che definiscono il cosiddetto “percorso di marca”. Una dinamica ben chiara a Müster & Dikson: «Il mercato professionale è specialistico, oltre che di nicchia. Per tali ragioni è chiamato ad esprimere una qualità sempre crescente, unita ad una costante e reale innovazione -chiosa Roberto Colombo-. Il professionista esige, giustamente, prodotti e servizi che lo aiutino ad esprimere la sua identità, che lo facciano crescere. Il parrucchiere vuole concretezza, per supportare un mondo a volte effimero, di cui egli è il protagonista. Il futuro sarà delle aziende capaci di offrire innanzitutto questa concretezza. Lo stesso discorso vale per i prodotti al consumo, che da molti anni fanno parte della nostra proposta più avanguardista, fatta di linee cosmetiche di grande livello qualitativo, che vengono aggiornate di continuo con prodotti frutto della ricerca tricologica più avanzata. Certo, a livello mondiale il mercato professionale verrà sempre più condizionato anche dalla rete ed è probabile che, presto, sarà impossibile prescindere dalla vendita on-line, che in molti Paesi ha già una forza assoluta e dirompente. Sarà una bella sfida, ma abbiamo i partner giusti per farcela».

0 replies on “Sta nella bellezza del «Made in Italy» il segreto del successo di Müster & Dikson”