Idea.lab batte la disoccupazione con corsi di tecnologia aperti a scuole e singoli

idea.lab organizza e pubblica un calendario di eventi a cui possono partecipare docenti o singoli

Idea.lab è un laboratorio che si rivolge a una rete di scuole del territorio con la possibilità di estendere la platea a soggetti esterni. Il progetto realizza e manterrà attivi negli anni due laboratori coordinati, uno nel centro della città di Busto Arsizio presso i Molini Marzoli, l’altro presso l’ISIS Ponti di Gallarate, promossi dalla rete delle scuole e aperti al territorio, nei quali studenti di scuola e università, docenti e adulti in genere (genitori di studenti, lavoratori interessati a riqualificarsi, disoccupati, …) trovano un ambiente di formazione, sperimentazione, incontro, per migliorare le proprie competenze e le proprie attitudini verso il mondo del lavoro, anche grazie alla disponibilità di strumentazione tecnologica appropriata. A Varese il progetto è stato esteso ad alcune associazioni di categoria, come Univa e Confartigianato, e alla fondazione Sodalitas. Quest’ultima, grazie al lavoro volontario di una trentina di manager in pensione, collabora con diciotto scuole della provincia sui temi relativi al lavoro, all’imprenditorialità e alla formazione. In totale, solo a Varese, sono stati coinvolti quasi tremila studenti con 125 corsi per 750 ore in aula e 26 progetti messi in campo.

Idea.lab nasce nell’autunno 2016 la rete di scuole di Busto e Gallarate insieme con altri soggetti istituzionali partner è stata ammessa al finanziamento di un progetto per la realizzazione di un Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità, in risposta a un bando del MIUR nell’ambito del Piano nazionale per la scuola digitale.

idea.lab organizza e pubblica un calendario di eventi ed è allestito in modo da ospitare ogni evento, secondo le sue condizioni (numero di partecipanti, condizioni logistiche, …). Alcuni eventi sono riservati a uno specifico insieme di destinatari (per esempio docenti), altri sono aperti a tutti gli interessati. Alcune iniziative sono realizzate in più momenti, dunque nella forma di corsi. Data la capacità relativamente limitata dell’ambiente, in alcuni casi è dichiarato un numero massimo di partecipanti, ed è consentito, ed eventualmente richiesto, di prenotare la propria partecipazione.