Voglia di fare e di costruire ecco l’imprenditore di oggi

La testimonianza di Matteo Castiglioni vicepresidente del gruppo giovani Univa e alla guida del gruppo Castiglioni di Busto Arsizio: «Fare l’imprenditore è un mestiere difficile di chi è vicino al territorio e lavora per il territorio. Purtroppo siamo in estinzione»

Difficile mestiere, oggi, l’imprenditore. Non solamente per la recente crisi, ma anche e soprattutto per la grande instabilità e la scarsa chiarezza del sistema di regole con il quale ogni giorno ci si deve confrontare. «L’imprenditore è ormai una razza in estinzione ma, come mi ha insegnato mio padre, “mai mollare” e, con entusiasmo, andare avanti». Parola di Matteo Castiglioni, 34 anni, vicepresidente del Gruppo giovani imprenditori di Univa e alla guida, insieme al fratello Carlo, del gruppo Castiglioni di Busto Arsizio. Una rete di imprese che spazia dal settore edile all’impiantistico, dai prefabbricati ai tetti fotovoltaici e che è stata avviata dal padre Giannino più di mezzo secolo fa. Una rivincita per quella che viene chiamata la “seconda generazione” di imprenditori. «L’imprenditore non si improvvisa, ha nel suo dna la voglia di fare impresa», continua Castiglioni. La formazione è importantissima, ma, senza passione e dedizione, non è sufficiente. «Dopo la laurea in Economia aziendale sono entrato subito in azienda e ho cominciato a verificare sul campo ciò che avevo imparato all’università. I primi cinque anni sono di scoperta e di formazione per conoscere e imparare il lavoro. Solo dopo, a patto di essersi impegnati a fondo, si può dire di poter veramente iniziare a fare l’imprenditore». Un ruolo non certo comodo, soprattutto oggi perché «non facendo nulla per aiutarlo, stanno facendo di tutto per farlo estinguere», sottolinea. «Non si fanno riforme di ampio respiro; si parla invece di semplificazione e ci ripetono che oggi è più facile avviare un’impresa. Non è questo il punto: il difficile non è avviare l’impresa, ma tenerla aperta. La semplificazione che chiediamo è quella delle regole: poche e chiare», prosegue Castiglioni. «L’imprenditore nasce con la voglia di fare, con la voglia di costruire qualcosa per sé e per gli altri, ma oggi le condizioni del mercato sono difficili e nessuno ti dà una mano. E nessuno pare tenga veramente in considerazione il fatto che un buon imprenditore, se opportunamente sostenuto, può contribuire a trascinare l’economia e portare ricchezza sul proprio territorio ». Ecco l’imprenditore attaccato a quell’economia reale che la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha sempre messo al centro del proprio operare. «Ben vengano le banche che capiscono il territorio e a chi opera per il territorio danno possibilità di crescita e sviluppo. Ma non sempre è così. Anche se la nostra storia aziendale, lunga e consolidata, ci permette di avere le spalle abbastanza coperte, vediamo imprenditori che, pur avendo i numeri, non trovano il supporto finanziario: così non si va avanti». Il gruppo Castiglioni sta operando in controtendenza: 15 milioni di euro di investimento per la nuova sede produttiva da 20mila metri quadrati. Il segreto è «avere lo sguardo lungo». Ovvero, «fare delle scelte all’interno facendo crescere i propri collaboratori ». Ma anche all’esterno. Prosegue: «Negli ultimi anni ho visto cambiare l’azienda: il nostro gruppo ha resistito alla crisi facendo leva sul fatto che erano stati diversificati i campi di attività. Siamo però stati sempre con gli occhi ben aperti, nel cercare di cogliere tutti i segnali che ci arrivavano dal mercato. E, soprattutto, snelli e flessibili per capire in modo rapido e dare delle risposte veloci alle richieste del mercato». Indispensabili sono «la conoscenza nel minimo dettaglio del lavoro della propria azienda, la voglia di mettersi continuamente in gioco e l’essere parte di una rete». Come il Gruppo giovani di Univa. «Dal confronto con altri giovani imprenditori nascono idee e proposte. Nascono progetti che, condivisi da altre persone caratterizzate dalla voglia di fare, possono anche trovare concretizzazione -conclude-. Serve tempo, e questo, per chi ha una giornata lavorativa che inizia alle 7 e finisce alle 22, non sempre è facile».

14
Foto dell’imprenditore Matteo Castiglioni, presidente del gruppo Castiglioni di Busto Arsizio e vicepresidente del gruppo giovani Univa.
15
Rendering della futura sede aziendale; in apertura di articolo, l’attuale sede
0 replies on “Voglia di fare e di costruire ecco l’imprenditore di oggi”