La campagna di prevenzione è ripartita

A Corbetta martedì 13 febbraio, a Olcella il 20 febbraio, a Busto Garolfo per la Festa della donna, a Dairago e nuovamente a Corbetta il 12 marzo, ancora a Olcella il 26 marzo: la campagna di prevenzione oncologica, con visite gratuite dei nevi o senologiche, sostenuta dalla nostra Bcc, con il supporto operativo di Ccr Insieme Ets, l’organizzazione di Salute Donna e Salute Uomo di Magenta e il patrocinio delle amministrazioni comunali è partita alla grande, con il tutto esaurito in ognuna delle prime tappe dell’anno.
Tutti gli appuntamenti della campagna di screening vengono effettuati negli ambulatori comunali, in studi medici o in spazi appositamente predisposti (per conoscere il calendario delle prossime date si può consultare www.ccrinsiemeets.it) e sono occasioni da cogliere al volo per la propria salute personale, se si pensa che in Italia, nel 2023, sono state stimate 395mila nuove diagnosi di tumore: 208mila negli uomini e 187mila nelle donne, con un trend in crescita dopo gli anni della pandemia. «Per questo la prevenzione è sempre più importante», sottolinea Maria Carla Ceriotti, presidente di Ccr Insieme Ets, che aggiunge: «Le viste sono gratuite, ma vanno prenotate perché i posti sono limitati dalle disponibilità dei medici. Il programma di screening è continuativo, le giornate di prevenzione nei singoli paesi vengono ripetute più volte durante l’anno, così da offrire questa opportunità a tutti coloro che ne fanno richiesta. Perché questa è la logica della prevenzione: deve essere continua».

La nostra Bcc, dunque, crede e investe nell’azione di sostegno alla salute delle persone, e si propone di ridare fiato all’attività di screening che negli ultimi anni, complice anche la pandemia, è andata scemando: nel 2023 si è registrato un calo generalizzato, a livello nazionale del 3%. Eppure, che la prevenzione sia decisamente importante lo certifica Aiom (associazione italiana di oncologia medica), che nell’ultimo report stima che grazie alla prevenzione negli ultimi 13 anni siano state salvate 268mila vite.
«Come banca siamo in prima linea accanto ai nostri cittadini -spiega il nostro presidente, Roberto Scazzosi -. E promuovere appuntamenti di prevenzione sanitaria è un modo concreto per destinare parte degli utili della nostra banca in servizi alle persone che vivono nel nostro territorio. La salute è il nostro bene primario e come tale va protetta, messa il più possibile al sicuro, come dentro una cassaforte».
«Ringrazio la Bcc e Ccr Insieme Ets per l’opportunità che assieme siamo riuscita a dare ai nostri cittadini -è stato il commento del primo cittadino di Busto Garolfo, Susanna Biondi-. Quando ci hanno presentato questo progetto di prevenzione, l’abbiamo immediatamente ritenuto ben più che importante e abbiamo aderito con convinzione. Queste sono attività che consentono di intervenire su un bene prezioso, quello della salute della nostra cittadinanza, integrando, e in molti casi sopperendo, quanto messo in campo dal servizio sanitario nazionale. Penso proprio che sia un progetto da portare avanti e da sviluppare anche nei prossimi anni. A giugno scade il mandato della mia amministrazione, per cui non posso prendere impegni per gli anni futuri, ma mi auguro proprio che questo percorso e questa collaborazione vengano mantenuti per il bene dei nostri cittadini».

0 replies on “La campagna di prevenzione è ripartita”