Gavirate: si cercano scarpe rosse per un’installazione permanente contro la violenza sulle donne

Chi volesse donare una scarpa rossa può consegnarla presso l'Ufficio Anagrafe in Piazza Matteotti
In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Gavirate invita a donare una scarpa rossa, simbolo della Giornata. Tutte le scarpe raccolte contribuiranno a formare  una  installazione              permanente che verrà posizionata nello spazio antistante il Municipio
Chi volesse donare una scarpa rossa può consegnarla presso l’Ufficio Anagrafe in Piazza Matteotti

Ricordiamo, inoltre, le altre iniziative in programma a Gavirate

                        GIOVEDI’ 25 NOVEMBRE

alle 10.00 presso la panchina rossa di Via Marsala
                      letture con Betty Colombo
(le letture sono adatte anche ad un pubblico di bambini e ragazzi)
(in caso di maltempo l’evento si terrà in Sala Consiliare)

alle 17.00 in Piazza Matteotti (piazza del Comune)
                                 Flash Mob
con la partecipazione delle ragazze e dei ragazzi
degli Istituti “G. Carducci” e “Edith Stein” di Gavirate
(in caso di maltempo l’evento si terrà all’Auditorium Comunale)

————————————————————————————————-

                         VENERDI’ 26 NOVEMBRE 
alle 20.45 in AUDITORIUM COMUNALE
Via Fermi

spettacolo teatrale

TUTTO QUELLO CHE VOLEVO
Storia di una sentenza
di e con Cinzia Spanò

“La diffusa descrizione delle circostanze di fatto e degli effetti del commesso reato su Laura consentono di pervenire alla difficile decisione individuando l’unico strumento capace di restituire dignità e libertà, ossia la Conoscenza.(…) E’ nei libri delle donne e sulle donne che l’hanno preceduta e che hanno dovuto faticosamente guadagnare la loro libertà di scelta e la loro autonomia intellettuale, che la giovanissima potrà trovare, se lo vorrà, strumenti di conoscenza, modelli e una tra le tante opportunità per comprendere la sua storia aprendo così la propria vita ad un’esperienza di libertà consapevole che solo la conoscenza le può permettere.”
Lo spettacolo è dedicato alla giudice Paola di Nicola e alla sua coraggiosa e sorprendente sentenza. I fatti sono quelli che fecero molto scalpore qualche anno fa: la storia di due ragazzine di 14 e 15 anni, frequentanti uno dei licei migliori della capitale, che si prostituivano dopo la scuola in un appartamento di viale Parioli. Il caso ebbe una fortissima eco mediatica anche per via dei clienti che frequentavano le due ragazze; tutti appartenenti alla cosiddetta “Roma-bene”, professionisti affermati e benestanti, di livello culturale medio-alto, insospettabili padri di famiglia. All’epoca infatti, attraverso una narrazione facente leva prevalentemente sugli stereotipi, i media hanno fortemente inquinato la lettura collettiva della vicenda; lo stigma è caduto soprattutto sulle giovani, che proprio in virtù del fatto di non essere percepite come vittime sono divenute vittime una seconda volta.

Prima dello spettacolo l’Associazione Donna SIcura presenterà le sue attività

info e prenotazioni:
bibliotecagavirate@gmail.com
0332748278