Violenza contro le donne: tutti i numeri da chiamare

Con il Covid la situazione, a causa delle chiusure, è notevolmente peggiorata. I centri restano aperti, non esitate a chiamare. Dite stop alla violenza.

Oggi, 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, vogliamo fare un punto sulla situazione e dire a tutte le donne che ne hanno bisogno, che i centri antiviolenza restano aperti.

La pandemia con le sue chiusure ha innescato un sensibile aumento – pari all’11% – dei procedimenti iscritti per maltrattamenti contro familiari e conviventi catalogabili come violenza di genere nel periodo 1° gennaio- 31 maggio 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. Sono 91 in Italia le donne vittime di omicidio nei primi dieci mesi del 2020, praticamente una ogni tre giorni.

Chi chiamare se ci si trova in difficoltà? C’è un numero nazionale, ma ci sono anche tante associazioni locali. Vediamole assieme.

Numero Nazionale

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Per avere aiuto o anche solo un consiglio chiama il 1522 (il numero è gratuito anche dai cellulari) oppure:
chatta direttamente con una operatrice dal sito istituzionale. Basta cliccare sulla chat.

Il numero di pubblica utilità 1522 è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile. L’accoglienza è disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale ed inseriti nella mappatura ufficiale della Presidenza del Consiglio – Dipartimento Pari Opportunità. Il 1522, attraverso il supporto alle vittime, sostiene l’emersione della domanda di aiuto, con assoluta garanzia di anonimato. I casi di violenza che rivestono carattere di emergenza vengono accolti con una specifica procedura tecnico-operativa condivisa con le Forze dell’Ordine.

A questo link, https://www.dati.lombardia.it/Famiglia/CENTRI-ANTIVIOLENZA/jvq8-53gf/data?no_mobile=true, tutti i centri antiviolenza della Regione Lombardia. In particolare vi segnaliamo quelli dell’Atominalese e del Varesotto.

Varese 

  • EOS VARESE CENTRO DI ASCOLTO E DI ACCOMPAGNAMENTO PER DONNE MALTRATTATE – eosvarese4@gmail.com Tel: 0332231271 – 3494074758 – 3703264428
  • Centro antiviolenza Dico-Donna – info@amicofragileonlus.com – tel: 0332278427
  • Sportello per le vittime di violenza – Per contribuire efficacemente alla realizzazione di un sistema integrato di protezione delle vittime di violenza domestica, sessuale e di genere, la Procura della Repubblica di Varese e l’Ordine degli Avvocati di Varese – coinvolgendo magistrati, avvocati e ufficiali di polizia giudiziaria con formazione specifica – hanno deciso di istituire, presso il Palazzo di Giustizia di Varese – piazza Cacciatori delle Alpi nr. 4, un servizio di prima accoglienza e informazione. Lo sportello, situato presso la ”stanza dell’Acquario” al II piano del Palazzo di Giustizia (aperto ogni mercoledi dalle ore 14.30 alle ore 17.30), e’ dedicato alle persone che vivono un’esperienza di abuso, maltrattamento e violenza, diretto a fornire informazioni utili sul procedimento penale, sugli strumenti a disposizione e sui diritti e le facolta’ delle persone offese, per consentire scelte consapevoli e, ove richiesto, accompagnare la vittima verso la denuncia penale e verso i servizi territoriali deputati alla presa in carico a livello sanitario o psico-sociale, nel rispetto della tutela dei dati personali e del segreto professionale. Lo sportello e’ dedicato anche agli operatori dei servizi pubblici (insegnanti, medici, assistenti sociali) e delle associazioni private in contatto con le vittime dei reati di violenza, diretto a fornire indicazioni di carattere legale e pratico. Contatti: Tel. (numero verde): 800 608800 – mail: sportellovittimediviolenza@ordineavvocativarese.it

Busto Arsizio e Gallarate –   E.VA onlus- eva-onlus@libero.it, info@evaonlus.it – cell: 3345369630

Legnano –  FILO ROSA AUSER – centro antiviolenza di Legnano – auserfilorosa@libero.it – cell: 3483212482

Gorla Maggiore – ICORE – ass.icore@gmail.com – tel: 0331618959 – 3456062090

Saronno –  RETE ROSA ONLUS – info@reterosa.eu, pec@reterosa.it – tel: 0221065826

Magenta – TELEFONO DONNA – MAGENTA – centroantiviolenzatd@comunedimagenta.it – tel: 029735411

Abbiategrasso –  Antenna Antiviolenza di Abbiategrasso – antennaantiviolenzatd@comune.abbiategrasso.mi.it tel: 3802831465 – 029735411

Castano Primo -Sportello Antiviolenza Filo Rosa Auser – auserfilorosa@libero.it – Cell: 3926784436 – 3483069895