La Banca del latte materno di Varese in una rete internazionale

La Banca del latte dell’Ospedale del Ponte, conserva e distribusiceo latte umano donato, da utilizzare per specifiche necessità dei neonati ricoverati.

La Banca del latte dell’Ospedale del Ponte di Varese entra a far parte di una rete nazionale e internazionale, grazie a un software donato dal Lion’s Club Città Giardino all’Università dell’Insubria. Alla cerimonia di consegna, il 16 ottobre, sono intervenuti il rettore dell’ateneo Angelo Tagliabue e il presidente della Scuola di medicina Giulio Carcano.

Massimo Agosti, professore dell’Insubria e direttore del Dipartimento della Donna e del bambino, commenta: «I dati e i risultati delle indagini sul latte materno donato nella sede di Varese potranno essere messi a confronto in una casistica più ampia e contribuire così allo sviluppo della ricerca scientifica in questo importante settore. L’allattamento al seno rappresenta infatti la best practice dell’alimentazione del neonato e offre vantaggi insuperabili di tipo nutrizionale ed immunologico.».

La Banca del latte dell’Ospedale del Ponte, inaugurata a dicembre 2019, garantisce un servizio finalizzato a selezionare le donatrici, raccogliendo, controllando, trattando, conservando e distribuendo latte umano donato, da utilizzare per specifiche necessità dei neonati ricoverati.