Aperto il bando dote sport della Lombardia sul 2019

Sarà possibile presentare la rendicontazione anche in mancanza dei sei mesi continuativi di frequenza al corso sportivo

A causa del Coronavirus, l’apertura della procedura di rendicontazione Dote Sport 2019, inizialmente prevista entro la fine del mese di marzo 2020 (Bando Dote Sport 2019 – decreto 14016/2019) è stata posticipata al 31 maggio 2020 (Delibera n. 3013 del 30/03/2020 – Differimento dei termini stabiliti da provvedimenti della Giunta Regionale in considerazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19).

Poiché le attività sportive sono sospese (come previsto dal DPCM 08/03/2020), sarà possibile presentare la rendicontazione anche in mancanza dei sei mesi continuativi di frequenza al corso sportivo.

I soggetti ammessi e finanziati delle graduatorie Dote Sport 2019 (decreto 1851 del 14/02/2020) potranno presentare la domanda di rimborso esclusivamente online sul sito www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 10:00 del 31 maggio 2020 e tassativamente entro le ore 12:30 del 10 luglio 2020, pena la perdita del diritto al rimborso.

Con l’ID e la password utilizzati per la presentazione della domanda (in caso di smarrimento contattare il numero verde 800.131.151) si potrà accedere a BANDI ON LINE (www.bandi.servizirl.it) per inserire i dati definitivi del corso (costo e durata) e l’IBAN intestato al genitore richiedente, per l’accredito della Dote.

Gli uffici regionali trasmetteranno le istruzioni per la rendicontazione via mail all’indirizzo indicato in domanda di Dote Sport.

Alla domanda di rimborso compilata su Bandi on Line dovranno essere obbligatoriamente allegati:

  1. la copia della ricevuta di pagamento del corso (o le ricevute nel caso di più pagamenti) rilasciata dalla stessa associazione sportiva indicata in domanda di Dote, con indicazione del minore destinatario della Dote;
  2. l’attestazione di frequenza al corso del minore, che potrà essere auto dichiarata dal richiedente seguendo la procedura online oppure rilasciata dall’Associazione;
  3. la copia della carta d’identità in corso di validità del richiedente; tutti i documenti di identità scaduti dal 17 marzo 2020 in poi sono validi fino al 31 agosto 2020 (ai sensi art 104 del DL n. 18 del 17 marzo 2020).
  4. il certificato di disabilità, solo se richiesto nella mail ricevuta (contenente le istruzioni di rendicontazione).

Al termine della procedura di rendicontazione sul sito BANDI ON LINE, la domanda di rimborso dovrà essere stampata e firmata e, corredata della documentazione richiesta, dovrà essere consegnata o spedita tassativamente entro il 10 luglio 2020 con una delle seguenti modalità:

a) consegnata a mano, anche avvalendosi di un soggetto delegato, presso una delle sedi degli Uffici Territoriali Regionali (clicca qui per trovare gli indirizzi e i recapiti);
oppure
b) spedita all’indirizzo PEC (anche da un indirizzo di posta elettronica ordinaria);
oppure
c) spedita con raccomandata con avviso di ricevimento ad una delle sedi degli Uffici Territoriali (clicca qui per trovare gli indirizzi e i recapiti)
Per il rispetto della scadenza fa fede la data di spedizione.

In alternativa
d) la domanda di rimborso potrà essere sottoscritta con firma digitale, SPID o con Carta Regionale dei Servizi (CRS) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e la documentazione dovrà essere allegata alla procedura online.
In questo caso, l’invio della domanda dovrà avvenire entro e non oltre le ore 12:30 del 10 luglio 2020.

Regione Lombardia procederà al pagamento delle domande di rimborso presentate in ordine crescente di ISEE fino al completo utilizzo delle risorse disponibili per ciascuna graduatoria provinciale.

Non saranno accolte domande di rimborso inviate con modalità diverse rispetto a quanto previsto dal bando (es. domande in formato cartaceo o inviate tramite fax o posta elettronica in assenza del completamento della procedura di rendicontazione su BANDI ON LINE).
La mancata presentazione della domanda di rimborso su BANDI ON LINE entro le ore 12:30 del 10 luglio 2020 e/o la mancata spedizione entro il 10 luglio 2020 equivale alla rinuncia del contributo e ne comporta la decadenza.

Per ogni informazione è possibile: