Nello statuto delle Bcc sono contenuti 5 dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

Sono scritti nell'Articolo 2 degli Statuti delle BCC

Ne parla Federcasse. Cinque degli obbiettivi dell’Agenda 2010 delle Nazioni Unite, sono contenuti nello statuto di tutte le Bcc. Nell’Articolo 2 degli Statuti delle BCC  si sottolinea che le banche di comunità perseguono “il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche; lo sviluppo della cooperazione e l’educazione al risparmio ed alla previdenza; la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile dei territori”

Qui sono contenuti ben 5 dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, vale a dire

  • la sconfitta della povertà;
  • la salute e benessere;
  • il lavoro dignitoso e la crescita economica;
  • la riduzione delle disuguaglianze;
  • la crescita responsabile e sostenibile.

All’insegna dei principi dell’ Economia Civile che, per il Credito Cooperativo, sono quelli che possono guidare un autentico cambiamento sociale e economico.

Proprio il valore della formula cooperativa, nella ricerca di soluzioni per il conseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite è stato recentemente sottolineato dal Portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini: “Un altro modo di guardare la realtà che ci circonda è possibile e anche conveniente, non solo per il singolo soggetto economico, ma per la collettività. (…) Questo modo di guardare la realtà deriva dalla parola chiave “cooperazione”, che a sua volta deriva da un’impostazione della scienza economica (l’economia civile) nata e sviluppatasi in Italia due secoli fa e poi sconfitta da altre impostazioni culturali, che hanno forgiato il capitalismo così come oggi lo conosciamo. Salvo oggi scoprire che, proprio a causa della crisi, le nostre librerie sono piene di volumi che invocano un cambio di paradigma verso quello che l’economia civile sostiene da sempre” (dalla Prefazione al volume “La Bisbetica indomabile. 1998 – 2018 Almanacco mensile della finanza civile “ a cura del Direttore Generale di Federcasse Sergio Gatti (edito da ECRA per la nuova collana “Economia Civile”).