Due milioni di euro alla Rain di Cerro dall’Europa per sviluppare un sistema di irrigazione intelligente

E' di Cerro Maggiore una delle due aziende italiane che si è aggiudicata i fondi europei Horizon 2020. Hanno partecipato in 1.850. Due sole aziende italiane sono state ammesse al finanziamento.

Si trova a Cerro Maggiore una delle due aziende italiane che ha ottenuto dall’Europa i contributi per sviluppare un sistema di irrigazione intelligente.  A vincere la Fase 2 dello SME Instrument dell’UE e’ la RAIN Spa di Cerro Maggiore, che si e’ aggiudicata un finanziamento di circa 2 milioni di euro per sviluppare il modello di irrigazione hi-tech ‘RAINOLVE’.

Su 1.850 proposte presentate a livello europeo, RAIN e’ rientrata tra le 68 beneficiarie, di cui solo 2 italiane, che hanno ottenuto i fondi europei stanziati da Horizon 2020.

L’impresa, guidata dai fratelli Anna, Alberto e Matteo Stiatti, produce dal 1968 soluzioni d’irrigazione del verde all’avanguardia e detiene gia’ piu’ di dieci brevetti in Europa e nel mondo. RAINOLVE ha un’intelligenza artificiale che attraverso un algoritmo e’ in grado di controllare l’irrigazione, la luce, la temperatura, l’umidita’ e la conduttivita’. Un sistema unico che fornisce la giusta quantita’ d’acqua per garantire la salute delle piante e soprattutto per ridurre fino all’80% l’uso del prezioso ‘oro blu’ e fino al 40% l’impiego i fertilizzanti.

“Grazie al finanziamento dell’Unione Europea – dichiara Anna Stiatti Presidente RAIN – possiamo ingegnerizzare e sviluppare commercialmente RAINOLVE su cui stiamo lavorando dal 2012 in partnership con Inolve Newtech, azienda spagnola specializzata nello sviluppo di software per il controllo intelligente delle installazioni d’irrigazione. E’ uno strumento che avra’ impatti in termini non solo ambientali ma anche economici e prevediamo entro un paio d’anni di incrementare il nostro organico”.

Dal 2014, anno di inizio del programma comunitario per la ricerca e l’innovazione, RAIN e’ la seconda azienda dell’Alto Milanese ad aver superato la Fase 2, dopo la ICMA San Giorgio. Uno straordinario risultato per l’impresa, associata a Confindustria Alto Milanese, raggiunto anche grazie al supporto di Confindustria Lombardia nell’ambito dello Sportello Europa.

“L’innovazione e la sostenibilita’ – commenta Andrea Pontani Direttore Confindustria Alto Milanese – sono da sempre nel DNA di RAIN, eccellenza imprenditoriale del nostro territorio, e questo importante traguardo corona ogni loro sforzo. Un successo che testimonia ancora una volta come in questa zona ci sia molto dinamismo, voglia di crescere e come anche le piccole e medie imprese che puntano in Ricerca e Sviluppo siano in grado di competere e vincere nei programmi europei”.