Busto Arsizio primo Distretto Storico del Commercio della Lombardia

Le vie, piazze e vicoli, che nell'insieme costituiscono il distretto storico, sono caratterizzati dalla continuità temporale del loro carattere commerciale, prevalente o esclusivo.

Tocca al Comune di Busto Arsizio il primo riconoscimento di Regione Lombardia di Distretto Storico del Commercio.

Il Distretto è formato dall’insieme di punti vendita, vie, piazze e mercato cittadino, collocati in un contesto urbano omogeneo e continuo, atto a formare, unitamente alle emergenze storico-artistico-architettoniche, itinerari di visita e fruizione da parte dei visitatori e consumatori. Le vie, piazze e vicoli, che nell’insieme costituiscono il distretto storico, sono caratterizzati dalla continuità temporale del loro carattere commerciale, prevalente o esclusivo.

Un riconoscimento e un primato che rende orgogliosa l’Amministrazione comunale che ha presentato l’istanza in Regione in collaborazione con Ascom, anche in considerazione del fatto che alla fine del 2017 erano presenti in città un negozio e diciotto attività riconosciute come storiche dalla Regione Lombardia. Anche il mercato di piazzale Bersaglieri ha già ottenuto il riconoscimento di storicità.

“Sono orgoglioso che la nostra città possa tagliare un traguardo così prestigioso – dichiara il sindaco Emanuele Antonelli – vedersi riconosciuto dalla Regione il primo Distretto storico del Commercio in Lombardia le rende merito di una vocazione anche commerciale, oltre che imprenditoriale, su cui si basa il sistema economico non solo della città, ma dell’intera zona e premia i nostri commercianti, il loro entusiasmo, la loro passione, anche di fronte alle sfide difficili del mercato”.

“Il commercio a Busto Arsizio non è solo linfa vitale del presente della città, ma anche della sua storia – ha aggiunto l’assessore a Identità, Cultura e Commercio Manuela Maffioli – e questo riconoscimento, che è un primato regionale, lo dimostra, certificando che la dimensione commerciale fa parte della storia di Busto, della sua identità. Anche per questo l’Amministrazione è sempre al fianco degli esercenti, con politiche e scelte concrete, per salvaguardare e sostenere un settore pilastro della città, dalle origini a oggi”.

Per il presidente di Ascom Busto, Rudy Collini: “E’ un grande onore aver ricevuto questo riconoscimento, quale primo distretto storico del commercio in Regione Lombardia. Questo importante risultato è certamente frutto e conseguenza di un grande lavoro di squadra, svolto nel centro storico da oltre un decennio, costruito grazie alla collaborazione e alla sinergia tra pubblico e privato. Ritengo che la riuscita del nostro progetto possegga un significato importante, perché richiama le eccellenze e le peculiarità del nostro Paese, nel quale si collegano e si integrano i valori della tradizione commerciale con quelli del nostro patrimonio storico e culturale, presupposti essenziali per una completa offerta turistica a livello nazionale ed internazionale. L’auspicio è che siano tanti i comuni in Regione Lombardia a concorrere al conseguimento di questo risultato, al fine di dare un’immagine sempre più attrattiva di tutto il nostro territorio. Un particolare ringraziamento a tutti gli imprenditori di Busto Arsizio e del Medio Olona che hanno ottenuto il riconoscimento e con i quali orgogliosamente parteciperemo alla cerimonia di premiazione”.

“Questo traguardo è un punto di partenza – ha spiegato l’assessore di Regione Lombardia allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli – l’obiettivo di Regione Lombardia è quello di valorizzare i nostri centri urbani, favorendo anche percorsi culturali, turistici, oltre che economici. In questo modo incentiviamo la socialità e l’attrattività dei territori, attraverso il commercio che storicamente rappresenta il segmento principe della vita
quotidiana, l’anima vera dei nostri quartieri. Anche in questo caso lavorare in squadra ha dimostrato tutta la sua importanza”.