Quattro start up innovative made in Varese. Il futuro visto dai giovani imprenditori locali

Presentate nell’area ex Enel di via Belforte quattro imprese 4.0, realizzate da giovani del territorio.

“Un bel segnale di forte vitalità del nostro Gruppo Giovani e dei ragazzi varesini protagonisti delle quattro storie imprenditoriali digitali”. E’ il commento a caldo di Armando De Falco, presidente di AIME, l’Associazione Imprenditori Europei (AIME).

Vediamole assieme:

Friendz è una start-up che si struttura intorno ad un’applicazione nata nel 2015. Si tratta di una piattaforma informatica che sfida i sofisticati meccanismi di predisposizione degli algoritmi di Facebook Inc. puntando a sviluppare un marketing social parallelo all’interno degli stessi social di Facebook. Viene sostanzialmente permesso ad ogni utente privato iscritto di guadagnare delle monete virtuali, spendili sulla piattaforma app di Friendz, scattando una foto o realizzando un video che ha come tema una campagna pubblicitaria che i creativi di Friendz hanno studiato per quella settimana. Caratteristica principale è la durata temporale delle campagne e l’utilizzo di determinati hashtag. Lo store app permette di convertire le monete virtuali guadagnate dai singoli utenti in buoni acquisto spendibili su altre piattaforme online dei principali gruppi italiani e stranieri: da Amazon a Mondadori. L’app si è sviluppata grazie ad un repentino aumento degli iscritti e dei numerosi download da Google Play in tutta Europa, con un particolare slancio in Spagna. Matteo Virelli, che fa parte del Team Friendz vive a Milano ma risiede a Varese e ha frequentato il Liceo a Gavirate. I ragazzi della squadra nel 2015 avevano tutti un’età compresa tra dai 20 ai 25 anni.

AP servizi è un’azienda pensata da Alessandro Porrini, giovane 23enne di Brebbia. La start-up è nata nel 2015 subito dopo il diploma conseguito da Alessandro. AP servizi è una società di organizzazione e gestione eventi di qualsiasi genere e portata: pubblici e privati, in qualsiasi location, in ambienti esclusivi, offre servizi di intrattenimento curato nei minimi dettagli, promozione aziendale e comunicazione. Partendo dall’organizzazione di una festa privata all’interno di un locale privato o pubblico, il cliente viene seguito in tutti gli aspetti logistici e pratici: permessi e autorizzazioni, comunicazione, noleggio delle attrezzature e spedizione degli inviti. Allo stesso modo vengono supportati Enti pubblici o soggetti del privato sociale (es.Pro Loco, associazioni etc) e Comuni nell’organizzazione di manifestazioni all’aperto come ad esempio intrattenimento e fuochi artificiali.

Legù è un prodotto innovativo di Itineri srl. L’idea nasce nel 2015 con Monica ed Elisa Neri. L’azienda ha sede ad Albizzate. Andrea si è sempre occupato di ristorazione e Monica è laureata in scienze e tecnologie della ristorazione. Insieme hanno deciso di rivisitare la pasta italiana tradizionale, rendendola più salutare. La filosofia è semplice e precisa: il cibo può e deve essere migliorato in modo creativo, ma assolutamente naturale al 100%. Può, e deve, essere più sano, più gustoso e più semplice da preparare.

Teachcorner è la realtà più giovane, fondata nel 2018 e si rivolge ad un’utenza privata di età compresa tra i 16 e i 35 anni. I fondatori sono Davide Genovese, Simone Bresciani, Edoardo Pelosini, tutti della provincia di Varese. La loro startup www.teachcorner.com è una piattaforma digitale rivolta alle lezioni private, in grado di mettere in contatto studente e insegnante che poi si accorderanno per incontrarsi privatamente: di persona oppure online. I punti forti di TeachCorner sono tre: è profilata, è economica, è qualificata. All’insegnante non viene richiesta alcuna commissione sui propri guadagni, mentre allo studente viene richiesto di pagare un Pass mensile per poter usufruire del servizio. Lo studente potrà trovare aiuto profilato a livello universitario e svolgere gratis la prima lezione con ciascun insegnante qualificato.