Per Cerro Maggiore un Natale all’insegna del riciclo

Domani, 8 dicembre, si inaugurano albero, presepe e addobbi realizzati con materiali di recupero dai volontari dei Centri Anziani e dai ragazzi delle scuole. Alle 18.30 festa in municipio con canti, caldarroste e vin brulè

albero-nataleUna collaborazione scintillante quella fra l’Assessorato Servizi alla Persona e Istruzione del comune di Cerro Maggiore, le volontarie e i volontari dei Centri Anziani e i ragazzi delle scuole, diretti da Tina Guarini, presidente dell’Associazione “Coccole di Filo”: grazie al lavoro dei volontari, l’albero, il presepe e gli addobbi (alberelli destinati agli gli esercizi commerciali) che abbelliranno il Natale di Cerro Maggiore sono stati realizzati con materiali di riciclo: bottiglie di plastica, lana, carta, jeans usati, tappi di sughero, legno, eccetera. Un lavoro cominciato subito dopo l’estate.

L’albero, realizzato grazie al lavoro delle volontarie dei centri anziani di Cerro e Cantalupo, verrà acceso l’8 dicembre alle 18.30, nel cortile del municipio, e vi rimarrà durante tutto il periodo delle Feste
Il presepe, realizzato dai ragazzi delle scuole, sarà esposto, durante il periodo di chiusura per la vacanze natalizie, presso la Biblioteca Civica.
Durante la cerimonia dell’accensione, ai commercianti verranno consegnati gli alberelli da esporre nelle vetrine dei negozi.
In un’atmosfera magica, fra canti natalizi e luci, ci saranno caldarroste e vin brulè per tutti.

“La partecipazione e la disponibilità di tutti in questa impresa mi ha sinceramente commosso e mi ha fatto sentire ancora una volta orgogliosa di far parte di questa comunità” per l’Assessore Piera Landoni “questo dono di Natale rappresenta una sfida e, al tempo stesso, un’occasione per creare tutti insieme qualcosa che sottolineasse lo spirito del Natale in famiglia.
Un ringraziamento particolare va alla dirigente dell’Istituto Comprensivo Strobino, Anna Mennilli, per la disponibilità degli insegnanti e degli alunni che hanno lavorato con impegno ed entusiasmo. Un altro sentito grazie è rivolto alla società Effe tre di Vincenzo Ferrario che ha realizzato la struttura in legno dell’albero di Natale. A Tina Guarini, Eugenio Sciuccati, alle volontarie e volontari dei Centri Anziani, e a tutti coloro che hanno risposto, un grande abbraccio per avere dimostrato quanto dolce e gratificante sia donare un sorriso a tante famiglie. Vi aspettiamo quindi l’8 dicembre, dalle 18.30 presso il municipio in via San Carlo, tutti, bambini e adulti per l’accensione dell’Albero della Solidarietà e per dare così il via al Natale di Cerro e Cantalupo”.