Tre giorni per fare festa ragionando sul nostro futuro

02Facciamo festa. Perché l’appuntamento con la nostra assemblea si trasformi in un grande momento di comunicazione e di visibilità. Perché vogliamo dire che ci siamo e abbiamo ambiziosi progetti per il futuro. Perché vogliamo donare al socio un motivo in più per essere orgoglioso di appartenere alla nostra Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. E perché è bello regalare a tutti un sorriso. Tre giorni di festa, dunque, ma ragionando del nostro futuro. Perché il momento centrale del triduo di fine maggio è proprio l’assemblea, in cui verranno presentati il bilancio dello scorso anno e le iniziative pensate e messe in cantiere in questi primi mesi dell’anno e che vanno sotto il nome di “Progetto soci”. Inoltre, per la prima volta pubblicamente e a dimostrazione della grande trasparenza che contraddistingue il nuovo corso della nostra Bcc, verranno tracciati gli indirizzi per il futuro con l’illustrazione del neo varato piano strategico, studiato ed elaborato con la Federazione al fine di centrare gli obiettivi già raggiunti da molte consorelle lombarde. Sarà il campo sportivo comunale ad ospitare la nostra kermesse, che si terrà sotto il fortunato tendone di Zelig: lo stesso che per settimane è stato il “circo” protagonista della trasmissione su Italia1. Di pianta circolare e dal diametro di oltre 40 metri, il tendone è in grado di ospitare 2.000 persone, tanti quanti sono i nostri soci. Verrà montato all’inizio dell’ultima settimana di maggio e reso operativo per venerdì 23, quando la festa partirà con il primo dei due spettacoli di Zelig, quello con la Sconsolata. Diciamo subito che si tratta di una vera e propria “chicca” in anteprima, dal momento che Anna Maria Barbera presenterà per la prima volta alla nostra festa il suo nuovo spettacolo teatrale: quello che, a partire da giugno, porterà nei teatri delle principali città italiane. Sabato 24 il tendone apre le porte al pomeriggio, per ospitare Piccolandia: una grande festa dedicata a tutti i nostri bambini. Ci sarà il mago, la truccabimbi, il clown, il palloncinaro. E poi i dolci, le merende, gli spettacoli e i giochi. La sera, invece, il palcoscenico torna nuovamente agli artisti di Zelig. Presentati da Pierluigi Oddi, si alterneranno in un crescendo di battute, Gianluca Belardi, Claudio Batta e Raul Cremona. Domenica l’organizzazione si mette in moto di buon mattino, per accogliere i nostri soci che parteciperanno all’assemblea: momento che è anche il primo incontro ufficiale con il nuovo consiglio di amministrazione eletto nel dicembre scorso. Quindi l’ultimo spettacolo, la sera, con la compagnia teatrale dialettale Felice Musazzi, che presenterà il suo “Va là batèl…”. Un programma importante, dunque, diviso tra momenti per tutti (venerdì e sabato, con Zelig e Piccolandia) e una giornata riservata ai soci: domenica, con l’assemblea e la Teresa. E, già, perché i biglietti per la compagnia teatrale dialettale Felice Musazzi, fino al 20 maggio vengono offerti in prevendita riservata ai nostri soci. Il Progetto soci ha deciso di offrire il posto unico al prezzo speciale di 10 euro e per prenotare i biglietti (massimo 2 per socio: i posti sono solo 2.000!) si deve utilizzare il coupon che era allegato alla convocazione dell’assemblea. Sarà l’organizzazione ad avvisare ogni socio dell’avvenuta prenotazione e delle modalità di ritiro dei biglietti. Diverse le modalità per gli spettacoli di Zelig, che sono aperti a tutti. Diciamo subito che, a parte i luoghi di prevendita, nessun altro ha a disposizione i biglietti, neppure le filiali. L’ingresso ad ogni serata è stato fissato in 20 euro (posto unico) e i biglietti sono in vendita a partire da martedì 6 maggio a Busto Garolfo, presso il salone don Besana (a fianco della sede); a Buguggiate, presso la sede della banca; a Legnano, nel negozio musicale Melody Maker, in corso Magenta 40. Il pomerig- gio per i bambini, invece, è ovviamente ad ingresso gratuito. Per ogni informazione ci si può rivolgere all’ufficio soci (0331 560331), dal lunedì al venerdì, dalle 16,30 alle 19.

0 replies on “Tre giorni per fare festa ragionando sul nostro futuro”