“Negli Usa nella crisi del 2008 le uniche banche che continuavano a funzionare erano le banche cooperative”, il nobel per l’economia Joseph Stiglitz

Joseph Stiglitz al Festival Nazionale dell'Economia Civile, settembre 2023
Joseph Stiglitz al Festival Nazionale dell'Economia Civile, settembre 2023
"Diventa importante trasformare gli individui, una persone, quando è in cooperativa, diventa più partecipativa, anche perché non va dimenticato che gli ambienti locali sono trasformati dalle singole persone".

Rilancia il ruolo delle banche di credito cooperativo Joseph Stiglitz, economista e vincitore del premio Nobel per l’economia nel 2001 al festival nazionale dell’economia civile: “Discutiamo spesso di trovare un equilibrio tra stato e mercato, tra pubblico e privato ma dobbiamo prendere in considerazione anche altri fattori: negli Usa i college che hanno più successo sono quelli che si basano sulla collaborazione con le Fondazione e durante la crisi del 2008 le uniche banche che continuavano a funzionare erano le banche cooperative.

Questo dimostra che dobbiamo andare oltre la divisone fra pubblico e privato e coinvolgere la società civile ed è più semplice partire dal livello locale, dove ci sono le maggiori opportunità e le maggiori speranze.

Viviamo in territori, in comunità locali dove esistono delle diversità, delle disuguaglianze. Si parla molto di partecipazione, ma è importante parlare di un coinvolgimento attivo per far parte di una comunità. Quando gli individui collaborano tra loro in modo costruttivo, la fiducia aumenta. La mancanza di fiducia è il problema di tante economie attuali.  Non serve solo cambiare la comunità, ma gli individui che la compongono, partendo dai territori, dalle comunità perché è li che riscopriamo le maggiori opportunità di cambiamento.

Diventa così importante trasformare gli individui, una persone, quando è in cooperativa, diventa più partecipativa, anche perché non va dimenticato che gli ambienti locali sono trasformati dalle singole persone.

Dobbiamo trovare un equilibrio tra l’innovazione che crea profitto e l’innovazione che migliora la società.

L’obiettivo dell’istruzione oggi non è riversare conoscenze negli individui, con internet abbiamo accesso alle informazioni: quello che serve è imparare a distinguere tra ciò che è vero e ciò che non lo è.

C’è l’urgenza di coinvolgere i giovani nel processo politico – ha detto – perché se si allontanano, il dibattito politico finisce nelle mani sbagliate», ha detto Stiglitz.

 

0 replies on ““Negli Usa nella crisi del 2008 le uniche banche che continuavano a funzionare erano le banche cooperative”, il nobel per l’economia Joseph Stiglitz”