Bcc per lo sviluppo economico dei propri soci e clienti e dei territori (art. 2 dello statuto di ogni Bcc)

Le Banche di Credito Cooperative sono differenti e lo certificano gli statuti che fissano gli obiettivi di questi istituti di credito

“La BCC non è solo un’azienda bancaria, perché la sua missione comprende lo sviluppo economico dei propri soci e clienti e dei territori ripreso dell’art. 2 dello statuto di ogni BCC. Un progetto ambizioso che parte dai fabbisogni delle Comunità che si mettono insieme per realizzare scopi comuni. Un modello di banca con radici antiche e forti che ha superato avversità politiche, economiche e sociali”, ha spiegato Amedeo Manzo, presidente della Federazione Banche di Comunità Credito Cooperativo Campania e Calabria, in un recente convegno. “Coniugare l’anima sociale con quella dell’azienda bancaria è la vera sfida di un cooperatore per evitare derive e omologazioni che tradirebbero le volontà di tante persone che hanno dato origine a questo progetto di Banca. Per questi motivi al centro della nostra azione ci sono il rating umano, la biodiversità creditizia e l’algoretica per dare maggior valore all’uomo, alle sue idee e ai suoi progetti, utilizzando gli algoritmi in maniera più umana ed efficiente”.

“Il Gruppo BCC Iccrea dalla sua costituzione nel 2019 ad oggi ha realizzato una vera e propria un percorso di crescita evolutiva.  Oggi è il quarto gruppo bancario italiano per totale attivo e si compone di 120 banche di credito cooperativo con oltre 2.400 filiali in tutta Italia. Le sue BCC che sono riuscite ogni anno ad incrementare il proprio sostegno finanziario ai loro territori. Un brand riconosciuto e riconoscibile, sinonimo di coesione, affidabilità, professionalità”, ha spiegato Mauro Pastore Direttore Generale Gruppo BCC Iccrea.

“Da qui l’importanza di confermare e rinnovare il nesso fondante con quanto riportato nel nostro Statuto, per valorizzare la vocazione etica e solidale delle BCC; ponendo sempre al centro del nostro operare l’essere umano e il bene(ssere) comune, nel solco tracciato dalla Dottrina Sociale della Chiesa”, conclude Alessandro Azzi, presidente della Fondazione Tertio Millennio.

L’articolo 2 dello Statuto – tipo delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali

“Nell’esercizio della sua attività, la Società si ispira ai principi dell’insegnamento sociale cristiano ed ai principi della mutualità senza fini di speculazione privata.

Essa ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi, e promuovendo lo sviluppo della cooperazione e l’educazione al risparmio ed alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nella quale opera.

La Società si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune.
E’ altresì impegnata ad agire in coerenza con la Carta dei Valori del Credito Cooperativo e a rendere

effettive forme adeguate di democrazia economico-finanziaria e lo scambio mutualistico tra i soci”.

 

0 replies on “Bcc per lo sviluppo economico dei propri soci e clienti e dei territori (art. 2 dello statuto di ogni Bcc)”