Multe: ora il ricorso si può fare anche on line

La piattaforma è accessibile sia da computer che da smartphone e prevede anche la modalità di assistenza da un team di professionisti per i ricorsi contro ingiunzioni e cartelle.

Non sarà più necessario ingaggiare un avvocato per fare ricorso contro una multa che si ritiene ingiusta. A lanciare l’iniziativa in Italia è il portale Vinco.net che offre un sistema automatizzato per creare un ricorso da soli senza chiedere consulenze o dare incarico ad un legale.

Il Portale offre tre tipologie di servizi:

  • Ricorsi avverso contravvenzioni al Codice della Strada redatti direttamente dal team legale del portale;
  • Ricorsi avverso contravvenzioni al Codice della Strada redatti tramite il sistema di Ricorsi Fai Da Te;
  • Ricorsi avverso ingiunzioni di pagamento e cartelle esattoriali con patrocinio di un avvocato del team;

Per avere accesso al sistema automatizzato, bisognerà creare un account e pagare 9 euro di iscrizione. Dopo di che si avrà accesso illimitato per una settimana, potendo modificare il ricorso o crearne altri senza limitazioni.

I ricorsi possibili riguardano le sanzioni per divieto di sosta, semaforo rosso, autovelox, corsia preferenziale, Ztl, sorpasso vietato e mancata comunicazione dei dati del conducente. Ossia, si legge sul portale, quelle “che rappresentano circa il 90% delle casistiche di multe stradali”.