Beni sequestrati alla mafia: a disposizione un nuovo immobile a Busto Arsizio

L’Agenzia Nazionale per l'Amministrazione e la Destinazione dei Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata con proprio decreto n.2716 del 19/01/2017 ha assegnato al Comune di Busto Arsizio gli immobili confiscati alla criminalità organizzata in Via Q. Sella, 7.

Nelle intenzioni del comune di Busto Arsizio  i locali in via Quintino Sella al numero 7 dovranno ospitare un servizio per sostenere l’avvio al lavoro delle persone in stato di svantaggio in uscita da percorsi di detenzione e/o in stato di svantaggio socio-economico, agendo su diversi assi:

  • favorire il recupero produttivo e sociale dei beni confiscati affinché si inneschi la riqualificazione ambientale e la rigenerazione socio-economica di contesti caratterizzati da illeciti;
  • incrementare percorsi di inserimento lavorativo finalizzati alla stabilizzazione degli stessi;
  • stabilizzare percorsi di legalità che comprendano anche la simbologia dei luoghi.

Il Comune cerca un’associazione, un’impresa, una società, un consorzio, una cooperativa sociale o altro, che si assuma la responsabilità, in caso di assegnazione, dell’onere delle spese di manutenzione ordinaria dell’immobile ivi comprese le spese per eventuali lavori di ristrutturazione e messa a norma dell’immobile rispetto all’effettivo utilizzo, la cui esecuzione è comunque subordinata all’acquisizione dei relativi permessi e autorizzazioni.

E’ stato indetto avviso di selezione per la concessione d’uso a titolo gratuito delle tre unità immobiliari di via Q. Sella n. 7 al fine di assegnare i beni immobili a soggetti indicati dalla normativa, per mettere in atto un progetto di sviluppo sociale e di valorizzazione del territorio,

Le domande vanno presentate il prossimo 5 agosto 2017.

Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali di via Roma n. 5 tel. 0331390117