Il segreto del nostro successo è capire le esigenze dei clienti

43 Appena si entra nella filiale di Dairago della nostra Bcc, si ha subito l’impressione di essere a casa. Il nuovo direttore, Adriano Girotto, 57 anni, sposato e nonno felice di una bimba di due anni, ha impostato il lavoro dei suoi dipendenti all’insegna del servizio ai clienti. “La nostra banca è differente per davvero -spiega-. L’intero paese ci conosce e sa come lavoriamo e chi entra da noi lo fa per fiducia, tanto che allo sportello sono nate tante amicizie, coltivate anche fuori dall’orario di lavoro. La nostra miglior pubblicità? Il passaparola, che discende dalla fiducia e che fa parlare bene di noi. Un discorso qua, una parola là, e in tanti vengono in filiale per iniziare un nuovo rapporto”. Dairago, 4.500 anime sparse su un territorio di 5,63 chilometri quadrati, in parte ancora coperti da boschi, dà dunque fiducia alla nostra Bcc per il lavoro che ha fatto in passato e continua a fare. Il primo sportello è stato aperto in via Verdi, come tesoreria comunale (funzione che continua tuttora), e, nel giro di un paio d’anni, abbiamo cominciato ad erogare tutti i servizi bancari. All’inizio la filiale restava aperta solo al mattino, poi il paese è cresciuto e con esso anche la nostra Bcc. La sede è cambiata, ora è affacciata sulla via principale, e soci (attualmente una cinquantina) e clienti sono cresciuti. “Sono loro, i soci ed i clienti -riprende il direttore-, il nostro primo sponsor. Ma anche il pungolo a fare sempre meglio. Abbiamo un grosso lavoro da svolgere, ma la conoscenza del paese, maturata negli anni, ci aiuta molto. Svolgere il servizio di tesoreria è un grande impegno, basti pensare che eroghiamo anche i buoni mensa per i bambini dell’asilo. Questo contatto continuo, comunque, ci permette di conoscere meglio le persone, di capire le loro esigenze per potere dare sempre servizi migliori. L’obiettivo è di far sentire la nostra banca come se fosse la banca di casa: un interlocutore abituale, un amico di cui avere fiducia”. E i numeri danno ragione alle parole del direttore. A Dairago ci sono più di 1.100 conti correnti aperti, di cui circa 150 sono di aziende e professionisti locali. Non c’è quasi famiglia o impresa che non abbia un conto nella nostra Bcc.44 I risultati di gestione sono la diretta conseguenza della fiducia accordata alla nostra banca: la raccolta diretta attualmente fa segnare un salto di poco inferiore al 10 per cento, mentre gli impieghi fanno un balzo di oltre il 40 per cento. In un periodo di crisi della borsa i dairaghesi danno fiducia alla nostra banca e vengono da noi a chiedere consigli. Fabio Re, il vice direttore, ha sempre tempo per tutti. Dopo lo sblocco del piano regolatore comunale, inoltre, è cresciuta in maniera esponenziale la richiesta di mutui per la costruzione della prima casa. “Il paese sta crescendo e noi vogliamo sostenere il suo sviluppo- continua Adriano Girotto-. La banca è da sempre molto attenta alle esigenze del territorio, come dimostra tutti i giorni nei fatti, con il sostegno al volontariato, alla Chiesa, ai gruppi sportivi e a tutte quelle iniziative capaci di fare crescere sia da un punto vista sociale, sia culturale, che di servizio il paese che ci ospita e che è diventato anche nostro, di noi che qui lavoria- mo. Siamo come una fami- glia, io stesso a volte aiuto allo sportello se qualcuno è malato, natural- mente per quello che mi è possibile. Siamo una filia- le dal grande cuore. In banca c’è sempre gente, da quando apriamo all’ora di chiu- sura e noi vogliamo avere tempo per ognuno di loro. Abbiamo una responsabilità nei loro confronti a cui per nessun motivo vogliamo venire meno. La concorrenza? Non vorrei peccare di falsa modestia, ma sono più gli altri a sentire la nostra, che viceversa”.

0 replies on “Il segreto del nostro successo è capire le esigenze dei clienti”