Riconoscimento e sostegni concreti per le associazioni di Cassano

26La nostra banca, da poco sbarcata a Cassano Magnago, ha subito voluto dare un segnale forte di sostegno e presenza alla comunità che l’ha accolta. Così, sono state scelte dieci tra le associazioni più attive della città e ad ognuna di loro è stato erogato un contributo di mille euro. La consegna degli assegni è stata inserita in una serata di grande spettacolo, che si è tenuta sabato 6 novembre, al teatro cinema auditorium di Cassano Magnago. Sul palcoscenico, infatti, è andato in scena il musical “Il fantasma dell’opera”, tratto dal romanzo di Gaston Leroux, per la regia di Andrè de la Roche. Tra il primo e il secondo tempo della rappresentazione, il direttore generale della nostra Bcc, Gianni Macchi, e il presidente, Silvano Caglio, hanno consegnato i contributi. Dieci, come detto, i beneficiari. L’Asilo infantile San Giulio, una realtà che opera a Cassano ormai da 90 anni e che attualmente è frequentata da più di 150 bambini; la parrocchia di San Giulio, a ritirare il contributo c’era don Claudio Galimberti; il Centro culturale San Filippo Negri, un’importante realtà del panorama culturale cittadino, più volte impostasi all’attenzione della pubblica opinione per l’alta qualità delle mostre organizzate. Sempre in ambito culturale, seppur su un altro settore opera un altro dei beneficiari: l’Associazione Ars Musica. Nata nel 1993 in seguito al restauro dell’organo storico della chiesa di Santa Maria del Cerro, costruito nel 1833- 34 da Girolamo Carrera, in dieci anni di attività l’associazione ha promosso più di 60 concerti, 2 master classes internazionali (1995 e ’98) e, fin dalla sua nascita, si avvale della preziosa collaborazione del maestro Giancarlo Parodi, che registrerà nei prossimi mesi un cd sull’organo Carrera, con musiche del primo ottocento lombardo. Nel campo dell’impegno sociale, un contributo è stato consegnato all’Associazione più di 21, che si occupa di bambini down, contribuendo alla soluzione dei problemi di crescita e di inserimento familiare, sociale, scolastico e lavorativo. “Più di 21” favorisce, incoraggia, sviluppa e mantiene rapporti di solidarietà fra le famiglie con persone disabili; sensibilizza ed educa sulle problematiche della sindrome di down e stimola il volontariato rivolto alla disabilità. Mille euro sono andati anche all’Afdp, Associazione familiari persone disabili: una struttura stabile, in funzione da un decennio, che si pone come punto di riferimento per le famiglie dei disabili cassanesi. In particolare, l’Afdp lotta per l’abbattimento delle barriere architettoniche e organizza le forze di volontariato che prestano opera di assistenza ed intrattenimento presso il Centro di Accoglienza Disabili, collaborando con l’assessorato ai Servizi sociali del Comune sul tema della disabilità. Contributi anche al Gruppo sportivo San Pietro, che opera soprattutto a favore della socializzazione e della crescita dei ragazzi; all’Unitalsi, presenza storica nell’assistenza ai malati e nell’organizzazione di pellegrinaggi a Lourdes, Loreto e Fatima; e all’Avis, che a Cassano è presente da quasi 40 anni, per l’esattezza dal 1965. “La nostra banca -ha commentato il presidente Caglio- da sempre si adopera per lo sviluppo delle zone in cui opera, devolvendo parte degli utili raccolti sul territorio. Un impegno forte a favore dei più bisognosi, non solo semplice beneficenza, ma sostegno ad associazioni che fanno della solidarietà il loro obiettivo primario; un significativo contributo alla promozione delle attività ricreative-sportive, le quali formano nelle giovani generazioni uno spirito positivo di impegno e di collaborazione; una consistente partecipazione dello sviluppo culturale, sia come valorizzazione dei beni artistici e culturali del luogo, sia come difesa della memoria storica locale”.

 

0 replies on “Riconoscimento e sostegni concreti per le associazioni di Cassano”