Bcc: cosa cambia per clienti e dipendenti dopo l’accordo con i sindacati per contrastare il Covid

Spanò: “E’ un accordo che asseconda la ripresa delle attività produttive del Paese in uno scenario che si presenta come favorevole”

Federcasse (la Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen) e le Segreterie Nazionali delle Organizzazione sindacali del Credito Cooperativo hanno sottoscritto un Accordo che integra ed aggiorna le misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del Covid19 stabilite con il Protocollo 7 maggio 2020, con misure in linea con la ripresa delle attività produttive del Paese e l’attenuazione del rischio pandemico.

L’Accordo prevede, tra l’altro, che non sarà più necessario prenotare l’appuntamento per accedere nelle filiali delle BCC – Casse Rurali – Casse Raiffeisen delle zone bianche o gialle, comunque nel pieno rispetto del mantenimento della distanza interpersonale, assicurando alle Lavoratrici e ai Lavoratori la continua disponibilità di adeguati dispositivi di protezione adottati in base alla normativa (idonee mascherine e gel igienizzante, eventuali ulteriori DPI prescritti dalla normativa).

Federcasse e le Organizzazioni sindacali hanno ribadito inoltre la disponibilità a favorire le vaccinazioni presso le sedi aziendali, ove ciò risulti possibile, ed espresso comunque l’auspicio che le BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen possano riconoscere permessi “ad hoc” alle Lavoratrici ed ai Lavoratori per il tempo necessario a svolgere la profilassi vaccinale.

“L’Accordo si pone in un quadro di evoluzione positiva della situazione sanitaria e di ripresa delle attività produttive” commenta il Vice Presidente di Federcasse e Presidente della Delegazione sindacale Matteo Spanò. “Conferma l’attenzione del Credito Cooperativo alle esigenze del Paese e delle comunità territoriali di riferimento, come anche l’attenzione al mantenimento di alti standard di sicurezza per le Lavoratrici ed i Lavoratori. Prosegue, in tal senso, il sostegno alla campagna di vaccinazione da parte di tutte le componenti del Credito Cooperativo”.

Federcasse e le Organizzazioni sindacali si incontreranno entro la metà del prossimo mese di luglio, per confrontarsi sull’evoluzione dell’emergenza sanitaria, della normativa di riferimento, della ripresa delle attività produttive