Credito d’imposta pari al 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti di lavoro

Lo ha stabilito il Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze nel recente decreto Cura Italia

Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020.

Lo ha stabilito il Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze nel recente decreto Cura Italia