La Lombardia sostiene le imprese green con un bando per l’economia circolare

Sostiene progetto che utilizziamo materiale riciclato e eco-design. Contributo massimo di 80mila euro

Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo, nell’ambito dell’Accordo di collaborazione per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo (Asse 1)hanno attivato una misura che si pone l’obiettivo di favorire la transizione delle piccole e medie imprese lombarde verso un modello di economia circolare, la riqualificazione dei settori e delle filiere lombarde e il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati attraverso il sostegno a:

  • Progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini, la riduzione della produzione dei rifiuti;
  • Eco-design: progetti che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia LCA (Life Cycle Assessment).

L’obiettivo della Fase 3 è quello di favorire la transizione delle piccole e medie imprese lombarde verso un modello di economia circolare, la riqualificazione dei settori e delle filiere lombarde e il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati in un’ottica di riuso e/o eco-design.

Una crescita sostenibile delle imprese e dell’intero sistema produttivo (filiere) prevede iniziative imprenditoriali innovative che impattino sulle fasi più importanti dell’intero ciclo di vita della produzione e della commercializzazione di prodotti e servizi, anche ai fini del raggiungimento di ulteriori e nuovi vantaggi competitivi per le imprese. Con le sue quasi 31mila imprese ecoinvestitrici, Milano si posiziona in vetta alla classifica nazionale, sia per numero assoluto di imprese, sia per l’incidenza che hanno sul totale delle imprese della provincia, valore che nel capoluogo lombardo supera il 35%. È quanto emerge da dati Unioncamere diffusi attraverso il rapporto GreenItlay 2019.

Ottime performance si registrano, comunque, in tutta la Lombardia: rispetto al numero di imprese che hanno effettuato eco-investimenti in prodotti e tecnologie green, rappresenta l’area con la concentrazione di valori più elevati, quasi 78mila imprese, il 18,0% del totale nazionale. Risultati importanti in Lombardia anche per numero di tipologie occupazionali definite green, 138mila, il 21,3% del totale nazionale, e 5 province nella top 20, Brescia (10.200 imprese), Bergamo(8.095) Monza Brianza (5.932) e Varese (5867). Dati positivi anche rispetto all’incidenza delle imprese green sul totale delle imprese della provincia, valore che a Brescia raggiunge il 30,6% (15esimo posto in Italia), a Monza e Brianza il 30,1 (17esimo posto) e a Varese 29,9%.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese lombarde che presentino progetti in forma singola o in aggregazione formata da almeno 3 imprese rappresentanti la/le filiera/e. In caso di aggregazione, le imprese devono condividere gli obiettivi del progetto e, a titolo esemplificativo, le tecnologie impiegate, la modalità di erogazione ed accesso ai servizi di consulenza previsti dal progetto, la creazione di servizi innovativi o di sistemi o strumenti comuni, l’efficienza e l’integrazione di filiere in tutti i settori economici (sharing di risorse, tecnologie o di servizi), ulteriori finalità individuate dalle imprese relative al riutilizzo di prodotti e materiali derivanti dai rispettivi cicli produttivi e all’applicazione di modelli di Eco-design.

Modalità del contributo

Sono ammissibili progetti con importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a € 40.000,00. Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento, che viene lasciato alle stime della singola impresa o aggregazione. L’intensità dell’agevolazione è pari al 40% dei costi ammissibili. Il contributo massimo è di 80.000 €.

icona link Come partecipare

Per informazioni: Ambiente e Sviluppo Sostenibile ambiente@mi.camcom.it Tel. 0285154427 4176