Gite fuori porta: le spiagge di Varesotto, Comasco e Verbano consigliate dalla Lombardia

Leggiuno, Ispra, Luino, sono solo alcune delle mete consigliate.

Il portale della Regione Lombardia consiglia una serie di spiagge da visitare tra varesotto comasco e verbano. Vediamole assieme.

Leggiuno (VA) – Lago Maggiore. La località di Leggiuno, sul Lago Maggiore, può contare su diverse spiagge dove prendere il sole e fare il bagno al lago. Fra queste citiamo la spiaggia di Reno, in sabbia e ghiaia, con una vista spettacolare sul Golfo Borromeo. E la spiaggia di Arolo, che si trova lungo la strada che collega Laveno Mombello ad Angera, proprio dopo la spiaggia di Reno e prima di arrivare alla spiaggia Guree di Monvalle. La spiaggia è attrezzata con docce, bagni, bar, dove la sera poter fare anche aperitivo. Da qui, in pochi minuti, si può raggiungere l’Eremo di Santa Caterina.

Ispra (VA) – Lago Maggiore. Il lungolago di Ispra, sul Lago Maggiore – percorribile anche in bicicletta – si presenta molto vario, con suggestivi scorci fra il verde della natura e il blu del lago. La passeggiata pedonale è molto lunga e, soprattutto nei weekend, il bordo lago prende vita con numerosi teli e sdraio per la tintarella. Si può scegliere tra prato, sabbia e scogli. Da non perdere una visita alla spiaggia libera nei pressi dell’Euratom. Ispra è molto interessante anche dal punto di vista storico, con le vecchie fornaci, utilizzate per la produzione della calce, oggi monumenti di archeologia industriale.

Luino (VA) – Lago Maggiore. Ci troviamo sulla sponda lombarda del lago Maggiore. Quasi tutta la costa è ricca di incantevoli proposte con scorci che non lasciano indifferenti. Non molto distante dal centro abitato di Luino si trova la spiaggia attrezzata del Lido delle Serenelle, ma per chi preferisce optare per spiagge libere, è molto interessante l’offerta soprattutto nella frazione di Colmegna, meta molto gettonata dai sub che fanno immersioni in tutte le stagioni dell’anno.

Angera (VA) – Lago MaggioreAngera è famosa per la Rocca Borromeo che la sovrasta, con il suo “Museo della bambola e del giocattolo”. Ma forse non molti sanno che da diversi anni le acque del Maggiore che la bagnano ricevono la Bandiera blu. Due in particolare le spiagge nelle quali poter prendere il sole e accedere facilmente alla balneazione. La spiaggia della Noce, con sabbia, ghiaia fina e un grande albero che offre una piacevole frescura. È attrezzata, con area giochi per i bambini, quindi molto apprezzata dalle famiglie. La spiaggia della Nocciola si trova invece nel tratto che da Angera va verso Ranco. Si raggiunge attraverso un sentiero in discesa, non è attrezzata e presenta una natura più selvaggia, con un grande prato in parte all’ombra.

Lenno (CO) – Lago di Como. Nel territorio di Lenno, versante comasco del Lario, annoveriamo due spiagge libere. Una, di sassi, si trova ai piedi del promontorio che ospita la Villa del Balbianello, raggiungibile da una comoda passeggiata. L’altra presenta un prato erboso, si trova accanto all’attracco per la navigazione e per accedere al lago mette a disposizione una piccola scalinata. Presenti anche spiagge a pagamento, come Lido di Lenno, che offrono servizi di lettini e ombrelloni.

Oliveto Lario (CO) – Lago di Como. Lungo la strada provinciale (SP583) che conduce a Bellagio, sponda lecchese del lago, ecco Oliveto Lario, che d’estate offre incantevoli location per la tintarella o un tuffo in acqua. Si tratta di piccole spiagge con sassi. Quelle pubbliche non sono attrezzate, ma offrono un’intensa sensazione di natura selvaggia, con la splendida visione contemporanea di lago e montagne. Tra queste consigliamo la spiaggia di Onno, baciata dai raggi del sole già dalle prime ore del mattino.