A Besnate un giardino per il reinserimento di adulti disabili e altre fragilità

E' stato battezzato il Giardino di Lucilla. E' uno spazio di aggregazione dove tutelare la biodiversità del territorio attraverso il reinserimento sociale di disabili adulti e altre fragilità.

Si chiama il giardino di Lucilla ed è un posto magico, non solo per la presenza delle api, ma perché accoglie le persone fragili che hanno bisogno di aiuto.

Il Giardino di Lucilla è uno spazio di aggregazione dove tutelare la biodiversità del territorio attraverso il reinserimento sociale di disabili adulti e altre fragilità. Insieme agli ospiti ci si prende cura di orti di piante officinali ed erbe aroma-tiche, che vengono utilizzate, dopo l’essicatura, per la preparazione di oleoliti, tisane, infusi, creme, saponette. Si curano le oche e le galline che abitano nel giardino e che donano uova fresche, che vengono poi utilizzate nei laboratori di cucina. Nel giardino si trovano anche numerosi alberi da frutto che danno la possibilità di preparare ottime marmellate e confezionarle con creatività.

Vi è inoltre la possibilità di avvicinarsi al meraviglioso mondo delle api, attraverso esperienze didattiche mirate.
Il contesto è sempre quello dell’accoglienza e della valorizzazione dei punti di forza di ciascuno, nel rispetto dei limiti e delle diversità. Non mancano i momenti di spontaneità e leggerezza in cui prevale l’aspetto ludico: attraverso giochi di società, l’ascolto di musica e cantare insieme canti popolari proposti. Il giardino di Lucilla è aperto tutti i giorni dalle ore14,30 alle 18,30. A richiesta anche il mattino dalle ore 9,00 alle 12,00