Al posto del vecchio oleificio ad Inverno sorgerà una scuola a consumi zero

La scuola sarà avveniristica ed immersa nel verde. L'edificio su due piani ospiterà elementari e medie in aule con gradi vetrate, che daranno direttamente sul giardino.

Costerà 16 milioni di euro e sarà finanziata quasi per intero dallo Stato con un finanziamento a fondo perduto per oltre 13 milioni di euro, il più alto ottenuto in Lombardia, al Comune costerà 400mila euro.  Per acquisire l’area del vecchio oleificio il comune cederà il vecchio campo sportivo, che sorge su un’area di 12mila mq.

I disegni per il nuovo edificio sono stati realizzati dai progettisti del Politecnico con la consulenza dei pedagogisti dell’università Bicocca sul modello delle scuole nordiche, con aule luminose affacciate sul giardino e classi che sono anche laboratori, in un edificio a consumo quasi zero e con spazi aperti ai cittadini. Si tratta di un progetto realizzato con un gruppo di lavoro tutto pubblico, con le due università e Cap Holding, gestore idrico dell’area metropolitana.

La scuola sarà avveniristica ed immersa nel verde. L’edificio su due piani ospiterà elementari e medie in aule con gradi vetrate, che daranno direttamente sul giardino. La luce sarà protagonista. Ci saranno anche spazi aperti alla cittadinanza. Si prevede la realizzazione di due mense e due palestre accessibili anche dall’esterno e un auditorium da 240 posti. Ci saranno pannelli solari sopra la palestra e pareti mobili, per rendere più efficiente l’uso degli spazi interni. Si prevede che la nuova scuola sarà pronta tra tre anni.