Chi usa macchinari salvavita ha diritto a uno sconto sull’elettricità

E' un bonus che viene concesso indipendentemente dal reddito, per il maggiore consumo di energia dovuto all'assistenza del malato.

Il bonus viene riconosciuto ai nuclei familiari al cui interno è presente una persona affetta da una malattia grave e che, per mantenersi in vita, è costretta ad utilizzare macchinari elettromedicali. Per chi rientra nella Legge 104 viene riconosciutoindipendentemente dalle condizioni reddituali del nucleo familiare e dal valore dell’ISEE. Si tratta di un bonus  previsto dall’Arera che risulta legato a doppio filo alla titolarità della Legge 104 e, quindi, alla presenza di almeno una persona in famiglia con problemi di salute gravi. Il bonus è cumulabile con quello riconosciuto per ragioni economiche.

Quali sono le apparecchiature medicali che consentono di accedere al bonus elettrico? 

  • Apparecchiature di supporto alla funzione renale come macchinari per dialisi ed emodialisi;
  • Apparecchiature di supporto alla funzione alimentare e attività di somministrazione come le pompe d’infusione e le nutripompe;
  • Apparecchiature di supporto alla funzione cardio-respiratoria come i ventilatori polmonari ed i concentratori di ossigeno;
  • Dispositivi per la prevenzione e la terapia di piaghe da decubito come i materassi specifici antidecubito;
  • Mezzi di trasporto e ausili per il sollevamento di disabili come i sollevamenti fissi, i sollevatori mobili e le carrozzine elettriche;

Come presentare la domanda

La domanda per il riconoscimento del bonus bollette energia elettrica va presentata, presso una sede del Comune di residenza, dal titolare della fornitura energetica su cui tale bonus dovrà essere attivo. E’ consigliabile consultare il sito del proprio comune per poter accedere all’ubicazione di tutti gli uffici dove è possibile presentare la domanda per la richiesta del bonus.

Per presentare la domanda è necessario avere a disposizione la seguente documentazione:

  • un certificato ASL che attesti la situazione di grave condizione di salute, la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per il supporto vitale, il tipo di apparecchiatura da utilizzare ed il tempo medio di utilizzo giornaliero oltre all’indirizzo dove tale apparecchiatura è ubicata;
  • documento di identità in corso di validità e codice fiscale dell’intestatario della fornitura e, se diverso, del malato che utilizzerà le apparecchiature;

Per completare la domanda per l’ottenimento del Bonus bollette energia elettrica è necessario avere a disposizione anche il codice POD, un codice alfanumerico che identifica in modo univoco il punto fisico in cui viene consegnata l’energia elettrica dal fornitore e prelevata dall’utente. E’ possibile scoprire il codice POD della propria fornitura consultando una precedente bolletta della luce. Da notare, inoltre, che è necessario indicare la potenza impegnata o disponibile della fornitura.