A Gallarate il gioco è per tutti

Nel parco di piazza Risorgimento altalena, giostra e igloo sono pensati per i disabili

Piazza Risorgimento a Gallarate era fino a ieri una zona degradata, oggi è uno spazio riguadagnato alla città e senza barriere. Il parco giochi, infatti, è fruibile da tutti grazie a un’altalena, una giostrina e un igloo pensati per i bambini con disabilità ed è dotato di una pavimentazione morbida anti urto. Gallarate recupera quindi uno spazio pubblico additato per molto tempo come insicuro  e fa un deciso passo avanti nella direzione dell’inclusività. Anche il gioco, infatti, è una voce contemplata dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia che, all’articolo 31, recita: “Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale e artistica”. Particolarità ulteriore di questo parco giochi è il finanziamento, che deriva dal “fondo di solidarietà” in cui gli amministratori della vecchia maggioranza guidata dall’ex sindaco Guenzani hanno versato il 10% degli emolumenti (stipendio per sindaco e assessori, gettoni di presenza di valore più limitato per i consiglieri); una somma che nei cinque anni di mandato era arrivata a 90mila euro e che è servita, oltre che per il rinnovo della piazza, per acquistare un ecografo portatile fornito alla neurologia e per rimpiazzare alcuni computer rubati nelle scuole.