La differenziata conviene: a Padova il cassonetto ricompensa chi ricicla

Il progetto Monselice Evergreen si basa su una tecnologia tutta italiana. Un centesimo per ogni lattina o bottiglia di plastica inserita nel contenitore intelligente, accreditato sullo smartphone e da spendere nel circuito convenzionato

È partito a Monselice (provincia di Padova) un progetto che premia chi fa la raccolta differenziata. Il “riciclatore incentivante” si chiama Greeny Touch Me ed è prodotto dalla ditta veneta Eurven, mentre il premio di un centesimo per ogni lattina o bottiglia di plastica inserita è gestito attraverso un’app gratuita, chiamata 2Pay, sviluppata da una startup padovana.
Il contenitore riconosce la tipologia di rifiuto, lo differenzia, lo compatta riducendo fino al 90% il volume iniziale e trasforma il materiale conferito in una ecoballa pronta per essere inviata alla filiera del riciclo.
In cambio del rifiuto, i cittadini sono ricompensati con l’iniziativa “Cash for trash”: un centesimo di euro viene caricato sullo smartphone, a formare un credito che si può spendere nelle attività commerciali che aderiscono al progetto.
Oppure, i cittadini virtuosi possono scegliere dei buoni sconto attraverso un touch screen: il macchinario stampa il coupon, sempre da spendere nel circuito delle attività convenzionate.
Il progetto pilota punta all’installazione in tutta la provincia padovana degli eco-compattatori, per promuovere la buona raccolta differenziata premiando i comportamenti virtuosi.