Sede piccola ma dal cuore grande e motore propulsivo della zona

15
Il direttore della filiale di Bodio Lomnago, Luca Giardini

Piccola ma dal cuore grande. Seppur a dimensioni ridotte la filiale di Bodio Lomnago -ridente paese di 10 mila anime- della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate, ha ormai un’esperienza consolidata, in grado di offrire servizi bancari a 360 gradi, e capace di crescere all’insegna di quella solidarietà che caratterizza da sempre le Bcc. Un rigoglioso “bonsai bancario”, insomma, le cui radici affondano nel giugno del 1995 diventando di fatto il primo istituto di credito di Bodio. La filiale sorge a due passi dal centro nevralgico del paese e si affaccia sulla provinciale che circonda il lago, ovvero sulla via Risorgimento che è l’arteria stradale principale della zona caratterizzata da una schiera interminabili di villette. Il tutto immerso in uno splendido paesaggio sovrastato dal verde e nel segno di una serenità dove vip e importanti imprenditori del Varesotto si sono fatti costruire sontuose ville celate nel fitto della vegetazione che costeggia il lago. Ebbene, in questa magica cornice offre appunto il suo servizio una filiale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Conta tre dipendenti: il direttore Luca Giardini 40 anni, Andrea Prina di 26 anni e Marco Testoni 33 anni. “La nostra forza è il rapporto stretto e umano con i clienti –spiega il direttore–. Una prerogativa di tutte le Bcc ma è certo che essere in una piccola e felice realtà come la nostra permette di lavorare in condizioni generali assai favorevoli, instaurando rapporti sinceri che rasentano una vera e propria amicizia”. E basta fare due passi insieme al direttore per constatare la veridicità delle sue parole.

16
L’interno degli uffici

Da parte della gente che si incontra tanti saluti, strette di mano e persino alcuni automobilisti che danno fiato al clacson per un gesto di cortesia. “Lavoriamo in un ambiente sobrio, giovanile e aperto –aggiunge il direttore– perché per noi il cliente è una persona prima ancora che un correntista”. Ma la filiale di Bodio non è solo questo. La professionalità e le capacità sul fronte bancario ed economico hanno permesso a questo istituto di avere uno scatto di energia, quadruplicando negli ultimi due anni i volumi di affari. “Dopo un’esperienza di 18 anni in altre banche ho iniziato questa esperienza qui alla Bcc –dice ancora il direttore-. Sono stato “acquistato” nel 2001 per dare nuova linfa a questa filiale e, senza peccare di presunzione, posso dire che abbiamo centrato il bersaglio, imboccando definitivamente la pista di decollo. Contiamo oltre 600 correntisti e la filiale viaggia col vento in poppa. E, poi, non dimentichiamo che Bodio vanta un orgoglioso profilo economico. Il tessile e il meccanico sono la nostra punta di diamante. Da noi è ubicata inoltre una multinazionale leader nella fabbricazione di plafoniere per pullman e treni: ovviamente nostra cliente. Abbiamo correntisti di ogni fascia di età e di ogni professione: dallo studente al pensionato, dall’operaio al grosso imprenditore. E per ognuno si studia il conto su misura, garantendo loro la resa migliore”. E poi c’è il capitolo della solidarietà. Beneficenza è infatti la parola d’ordina di ogni Bcc e la filiale di Bodio spicca in tal senso. “Anche noi non operiamo a scopo di lucro – conclude il direttore – e quindi gli indici positivi consentono di elargire maggiori offerte a sostegno delle associazioni locali, della parrocchia e dell’ospedale di Varese. Il nostro aiuto nei loro confronti contribuisce a creare quel tessuto di solidarietà diffusa che rappresenta l’aspetto più vivo e vitale di una comunità umana. Il tutto per vocazione di nascita. E anche se siamo una piccola filiale la gente ci riconosce da sempre il nostro cuore immenso”.

0 replies on “Sede piccola ma dal cuore grande e motore propulsivo della zona”