Grande festa per la nuova filiale della nostra Bcc in centro a Varese

 

“Siete una realtà viva e vitale, cui sono molto legato, e che sta acquisendo sempre maggiore importanza su un territorio strategico per la regione Lombardia. La dinamicità che vi contraddistingue, le idee innovative che sapete mettere in campo, gli accordi che avete stretto a livello territoriale con associazioni di categoria, gruppi di volontariato ed enti locali, sono una dimostrazione concreta e una testimonianza forte e reale di cosa significhi essere Banca di Credito Cooperativo. Sono davvero orgoglioso di questa vostra, nuova filiale”. Filippo Spina, vice direttore generale della Federazione Lombarda delle Bcc, ha così “battezzato” i nuovi locali della filiale di Varese della banca, che sono stati inaugurati all’inizio di luglio, con vari momenti pubblici che hanno catalizzato l’attenzione di Varese per un fine settimana all’insegna dei nostri colori sociali. A partire dalla cena di gala di giovedì 30 giugno, nel ristorante Tana d’Orso, passando per la serata musicale di sabato 2 luglio nel cortile del Broletto, fino alla grande festa di domenica mattina, tra migliaia di palloncini, che è culminata nel taglio del nastro della filiale di via Veratti 1/A, effettuato dal presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Attilio Fontana. Lo stesso Fontana ha aperto i discorsi ufficiali all’interno dei locali, subito dopo la benedizione della filiale da parte di don Paolo che, poco prima, aveva officiato la messa in ricordo dei nostri soci defunti nella chiesa di San Vittore. “Il movimento del Credito Cooperativo svolge un ruolo importantissimo –ha detto Fontana– e la vostra Bcc, sul territorio del Varesotto, è un punto di riferimento decisivo, che richiama a quei valori di solidarietà, mutualismo e localismo che contraddistinguono le nostre comunità. In un momento difficile per l’economia, in cui c’è bisogno di iniezioni di fiducia per i nostri imprenditori e, soprattutto, di compagni di viaggio che li sappiano sostenere nel rilancio, la vostra banca locale è sicuramente una presenza rassicurante”. È stata poi la volta del nostro presidente, Silvano Caglio, che ha subito ricordato come la nostra Bcc sia l’unica banca “realmente locale presente sulla piattaforma territoriale che dal polo fieristico di Rho sale fino a Malpensa –ha detto–. L’unica banca composta interamente da persone che provengono e vivono quotidianamente il territorio, siano essi dipendenti, soci o membri del consiglio di amministrazione. E questo è decisamente importante, perché significa conoscere bene la realtà e quindi poter operare in modo davvero concreto per la sua crescita, “Dal territorio per il territorio” è lo slogan che abbiamo voluto per questa inaugurazione di Varese e che, credo, riassuma perfettamente la nostra filosofia. Anche questa bella filiale, di cui sono particolarmente orgoglioso, è un modo di valorizzare il territorio, perché abbiamo recuperato e regalato a Varese un’antica palazzina che ha segnato importanti tappe storiche. Provenire dal territorio e lavorare per il territorio, per noi significa anche andare a scoprire i gioielli nascosti nelle nostre terre, per recuperarli e valorizzarli. Come abbiamo fatto a Cazzago Brabbia, per il restauro delle opere d’arte seicentesce occultate dal tempo all’interno della bella chiesa del borgo e di cui in pochissimi conoscevano l’esistenza. Ecco, a favore di Cazzago Brabbia ci siamo mossi non solo sostenendo i lavori, ma facendo comunicazione, per far conoscere le bellezze del territorio. E così sono arrivate le televisioni, i servizi sulle reti televisive e sui media nazionali, oltre, naturalmente, a quelli locali. Col nostro piccolo contributo abbiamo, in pratica, fatto la nostra parte per fare focus sul territorio, mettendolo in mostra e attraendo su di esso attenzione e interesse. Ma torniamo all’inaugurazione di oggi, che ci porta a lasciare la storica sede nel cortile del Broletto e ad attraversare via Veratti. Un trasloco di breve tragitto, dunque, ma che garantisce alla nostra filiale spazi quattro volte superiore agli attuali e adeguati ai nostri trend di crescita” E nell’entrare nel merito dell’operatività della nostra Bcc, il presidente ha lasciato il palco al nuovo direttore generale, Paolo Innocenti, al suo debutto ufficiale in pubblico. “Questa Bcc ha grandi spazi di crescita e sono convinto che con l’aiuto dei dipendenti, dei membri del consiglio di amministrazione, dei soci e dei nostri clienti riusciremo a dare sempre più valore a questo nostro territorio –ha esordito Innocenti–. Il trasloco di oggi in questa nuova, prestigiosa filiale, sta a significare un potenziamento della nostra presenza a Varese, anche dal punto di vista del numero del personale addetto. Un trasloco che è stato per la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate una scelta obbligata, vista la crescita continua che la filiale sta conoscendo da tre anni a questa parte, con importanti aumenti del giro di affari. Una crescita che rispecchia quella della nostra Bcc, che negli ultimi tre anni ha continuato ad espandersi: nel 2003 abbiamo infatti aperto gli sportelli di Busto Arsizio, lo scorso anno quelli di Cassano Magnago e, entro la fine del 2005, aprirà i battenti la nuova filiale di Castellanza. E tutto questo è possibile –ha concluso Paolo Innocenti– grazie al lavoro quotidiano e alla voglia di fare del nostro personale, che testimonia quotidianamente, nel contatto col pubblico, cosa significa essere una banca diversa e locale”. E così dicendo, il nuovo direttore generale ha chiamato sul palco dell’inaugurazione tutti i dipendenti della filiale varesina che, ad uno ad uno, si sono presentati alle oltre trecento persone che hanno visitato i nostri nuovi locali. Quindi è stata la volta del rinfresco, con un continuo via vai di clienti, amici, soci e curiosi fino al primo pomeriggio.

29Paola Della Cagnoletta: in 108 anni di storia la prima donna nel CdA della nostra Bcc

“È una bella responsabilità”. Paola Della Cagnoletta, 35 anni, esordisce così parlando della sua nomina a consigliere di amministrazione della nostra Bcc. Paola è la prima donna, in 108 anni di storia della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, a sedere sulle poltrone della sala consiglio al terzo piano della sede di via Manzoni. Imprenditrice di Buguggiate, ma residente a Barasso (vicino Gavirate), Paola passerà alla storia come la prima figura femminile ad avere assunto la carica di consigliere: “Si tratta di un evento che mi lusinga –commenta la giovane neoconsigliere– e, allo stesso tempo, mi fa ben sperare per il futuro. Credo che una presenza sempre più incisiva di figure femminili e di giovani all’interno del consiglio di amministrazione possa aiutare il nostro istituto di credito a continuare l’ottimo cammino intrapreso dai nostri predecessori”. Socia della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate dal 1997, Paola, dopo il diploma di ragioneria, ha iniziato a lavorare nelle fila della Sia (Società interbancaria automazione) che ha operato anche per la Banca d’Italia. In seguito, dato lo sviluppo dell’impresa familiare, ha abbandonato il mondo bancario per continuare a fianco dei suoi parenti nella gestione dell’attività. Giovane, dinamica, la 35enne resterà in carica fino alla fine di dicembre poi, come lei stessa dice, “non so”. “Dipende da questi cinque mesi di esperienza –conclude–. Lavorerò per cercare di avvicinare i giovani alla nostra banca. Ho notato un certo distacco e un po’ troppa assenza da parte della compagine sociale giovanile. È necessario un coinvolgimento più marcato perché il futuro della nostra Bcc passa soprattutto dalle nuove generazioni”.

 

0 replies on “Grande festa per la nuova filiale della nostra Bcc in centro a Varese”