Bonus casalinghe: chi ne ha diritto e come fare richiesta

L’importo del sussidio varia a seconda del reddito fino a un massimo di 468,10 euro al mese per chi non ha nessun tipo di entrata, per un totale di 6.085,30 euro erogati sulle 13 mensilità

Il bonus casalinghe è un assegno a finalità sociale che l’Inps eroga a donne e uomini con più di 67 anni. E’ per persone  che non hanno mai avuto altra occupazione se non l’impegno della cura della famiglia e delle faccende di casa, che non hanno versato contributi previdenziali e nella maggior parte dei casi non possono fare affidamento su un assegno pensionistico.

L’importo del sussidio varia a seconda del reddito fino a un massimo di 468,10 euro al mese per chi non ha nessun tipo di entrata, per un totale di 6.085,30 euro erogati sulle 13 mensilità

Per accedere al contributo, oltre ai limiti di età, sono previsti un tetto massimo di reddito di 6.085,30 euro annui, per chi vive da solo, e di 12.170,60 euro se coniugato.

Occorre avere la cittadinanza italiana o di un Paese europeo (anche extracomunitaria, se in possesso di un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo) e bisogna essere residenti stabilmente in Italia da almeno 10 anni.

Come fare domanda

La domanda deve essere inoltrata attraverso i seguenti canali:

  • tramite il sito web dell’Inps, se il beneficiario è in possesso del PIN dispositivo per l’accesso ai servizi telematici, dello SPID almeno di 2° livello, della carta d’identità elettronica Cie o della CNS (carta nazionale dei servizi). Per inoltrare la richiesta all’interno del portale si deve accedere all’area Servizi per il cittadino;
  • attraverso call center dell’Inps chiamando il numero 803.164, oppure il numero 06.164.164 per le utenze mobili;
  • tramite patronato o intermediari dell’Inps.