L’impegno del governo per le Bcc: devono restare fuori dal regolamento per le banche significant

Approvata Risoluzione Buratti-Zennaro dalla Commissione Finanze della Camera, a tutela del Credito Cooperativo

Il governo riconosce il ruolo chiave e la diversità del Credito cooperativo rispetto alle grandi banche commerciali. Per difendere le Bcc è stata approvata recentemente la Risoluzione Buratti-Zennaro dalla Commissione Finanze della Camera.

 Federcasse esprime soddisfazione per come è stato sintetizzato il contesto normativo e di mercato che fa da premessa alle richieste di impegno rivolte al Governo e condivide le richieste: 

  • di adottare iniziative nelle opportune sedi europee per adeguare, con il più ampio coinvolgimento delle forze parlamentari, il quadro normativo UE alle peculiarità della missione assegnata alle BCC dalla Costituzione italiana (art. 45); 
  • di confermare il modello del Gruppo bancario cooperativo italiano, modificando con urgenza le regole europee applicabili e i relativi modelli di vigilanza affinché le norme e i parametri di supervisione risultino proporzionati, coerenti e adeguati rispetto alla natura delle BCC di banche piccole, non sistemiche (less significant) né complesse e a mutualità prevalente; 
  • di adottare iniziative per definire una cornice normativa, in raccordo con le Istituzioni europee, che consenta alle BCC di accrescere il proprio contributo alla ripresa del Paese, affinché possa continuare ad essere garantito l’accompagnamento creditizio e consulenziale a imprese e famiglie chiamate a fare la propria parte nella ricostruzione post-pandemica delle economie locali in una prospettiva di transizione ecologica e digitale socialmente partecipata e inclusiva; 
  • di dare rapida attuazione alle disposizioni in materia di vigilanza cooperativa al fine di ottemperare alla previsione normativa introdotta nel dicembre 2018; 
  • di monitorare l’attuazione del regolamento del Ministero dell’Economia e delle Finanze 169/2020 in materia di requisiti e criteri di idoneità degli esponenti delle banche. L’obiettivo del Credito Cooperativo è di accrescere ulteriormente la qualità della governance in coerenza con le specifiche previsioni normative che disciplinano l’attività delle BCC. 

Federcasse, offrendo il proprio contributo, auspica la tempestiva iniziativa da parte del Governo presso le Istituzioni europee nella direzione indicata dalla Risoluzione approvata alla Camera.

L’obiettivo della Categoria è quello di valorizzare il ruolo di tutte le Banche di Credito Cooperativo e le sinergie che derivano dall’essere affiliate alle Capogruppo, all’interno del Gruppo Bancario Cooperativo, evitando al contempo l’applicazione anche alle singole BCC della disciplina prevista per le banche significant.