Giornata di prevenzione dei tumori del collo. Oggi screening gratuito all’Ospedale di Varese

Si potrà accedere senza prenotazione dalle 8.00 alle 14.00. Ricordiamo che per accedere alle strutture sanitarie è necessario avere con sé il green pass, indossare la mascherina e garantire il distanziamento.

I tumori della testa e del collo sono al settimo posto fra le neoplasie più comuni in Europa (oltre 150.000 nuovi casi diagnosticati ogni anno). Se da una parte essi colpiscono un numero di pazienti pari alla metà circa rispetto a quelli affetti da tumore del polmone, dall’altra sono due volte più comuni del cancro del collo dell’utero

Oggi, martedì 23 novembre 2021, in occasione della prima “Giornata nazionale della prevenzione dei tumori del collo”indetta dalla SIO – Società Italiana di Otorinolaringoiatria,  Il Dipartimento di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Circolo diretta dal professor Paolo Castelnuovo organizza uno screening gratuito presso l’ambulatorio ORL posto al primo piano del Padiglione Centrale (ingresso Viale Borri). Si potrà accedere senza prenotazione dalle 8.00 alle 14.00. Ricordiamo che per accedere alle strutture sanitarie è necessario avere con sé il green pass, indossare la mascherina e garantire il distanziamento.

La “Giornata nazionale della prevenzione dei tumori del collo” promossa dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF), rappresenta l’occasione per richiamare l’attenzione su una malattia spesso non riconosciuta nelle sue fasi precoci.

La comparsa di una tumefazione del collo senza altri disturbi , in un adulto, può essere la prima manifestazione di un tumore della testa e del collo e costituire l’unica spia di un carcinoma della gola ( vie aero-digestive superiori), di un linfoma, di un tumore tiroideo o delle ghiandole salivari.

In Italia, i tumori della testa-collo rappresentano il 3% di tutti i tumori con un’incidenza di 18 nuovi casi l’anno ogni 100 mila abitanti e una tendenza all’incremento. Per queste patologie, infatti, si prevedono circa 9.500 nuovi casi e 4.500 decessi l’anno con una frequenza media 3 volte superiore nei maschi rispetto alle femmine ed un’incidenza che aumenta progressivamente con l’età a partire dai 50 anni.  Il 75% dei carcinomi della testa e del collo possono essere scarsamente sintomatici e presentarsi con un ingrossamento e/o indurimento nella parte anteriore e laterale del collo.

I fattori favorenti sono il fumo di tabacco  e l’abuso alcolico . Altri fattori in causa sono esposizioni professionali (polveri di legno, lavorazioni del cuoio, amianto, nichel…); alcune infezioni virali quali il virus del papilloma umano (HPV). Nonostante la sua gravità e la crescente diffusione, c’è poca consapevolezza sociale del cancro della testa e del collo ed i risultati delle cure sono ancora insoddisfacenti malgrado gli importanti sviluppi nelle tecniche di diagnosi e cura che si sono verificati nell’ultimo decennio.

La diagnosi tempestiva di una metastasi cervicale è raccomandata perchè il ritardo diagnostico peggiora lo stadio e la prognosi della malattia.