LA CASA VIVENTE DI ANDREA STAID

UN ALTRO APPUNTAMENTO CON I GIARDINI LETTERARI A VILLA TOEPLITZ

Prosegue la VII edizione dei Giardini Letterari a Varese, il festival organizzato dal Centro di ricerca Mass media e società dell’Università dell’Insubria.

Il festival è dedicato alle novità letterarie di autori locali e nazionali e propone otto appuntamenti organizzati dal Centro di ricerca Mass media e società dell’Università dell’Insubria, dal corso di laurea in Storia e storie del mondo contemporaneo dell’ateneo e da Coopuf Iniziative Culturali, con il patrocinio del Comune di Varese.

Il Comitato scientifico dei Giardini Letterari è composto da:
Andrea Bellavita, Andrea Minidio, Antonio Maria Orecchia, Michele Todisco, Amabile Stifano e Katia Visconti (presidente del corso in Storia e storie del mondo contemporaneo).

Il primo appuntamento è stato venerdì 18 giugno alle 18.30 sulla terrazza Albergo Sacro Monte: Dino Azzalin ha presentato il suo ultimo volume «La salvezza nel diabolo (2021)», ES editore, dialogando con il giornalista Andrea Giacometti, con letture di Sara Martignoni e Gianluca Fiore.

Gherardo Colombo è stato invece l’ospite d’eccezione di giovedì 24 giugno,  a Villa Toeplitz: l’ex magistrato ha presentato il suo libro «La sola colpa di essere nati» (Garzanti, 2021), scritto insieme alla senatrice Liliana Segre. A conversare con l’autore è stato Antonio Maria Orecchia docente di Storia contemporanea dell’Università dell’Insubria.

I Giardini Letterari proseguono ora con altri appuntamenti, sempre alle 18.30 a Villa Toeplitz, in via Del Casluncio a Varese.

Di segutio l’agenda dei prossimi incontri:

Mercoledì 28 luglio
Andrea Staid
«La casa vivente. Riparare gli spazi, imparare a costruire» (ADD editore)

Giovedì  2 settembre
Rossano Lo Mele 
«Scrivere di musica. Una guida pratica e intima» (Minimum Fax)

Venerdì 10 settembre 
Bruno Belli
«Villa Toeplitz di Varese» (Macchione Editore)

Giovedì 16 settembre 
Giorgio Terruzzi
«Atlante Sentimentale»  (Rizzoli)

Non è necessaria prenotazione, tutte le serate sono ad accesso libero.
Per altre informazioni scrivere a giardiniletterari@gmail.com