Valbossa in Rosa: dieci Comuni, una Bcc, associazioni e commercianti uniti nella lotta al tumore al seno

Dal 12 al 26 ottobre la provincia di Varese si mobilita con una campagna di prevenzione promossa da Azzate in Valbossa con Caos onlus, Andos onlus, ASST Sette Laghi, Opi Varese, Fondazione del Varesotto e Bcc Busto Garolfo e Buguggiate

La comunità è un prezioso alleato nella prevenzione al cancro al seno. Lo sa bene Azzate in Valbossa, associazione che ha raccolto oltre trenta realtà del territorio per dare vita alla prima edizione di Valbossa in Rosa, una campagna informativa e di sensibilizzazione sull’importanza di fare prevenzione nella lotta al tumore al seno. Dal 20 al 26 ottobre, con un’anticipazione sabato 12 ottobre, propone in collaborazione con Caos onlus (Centro ascolto operate al seno), Andos onlus (Associazione nazionale donne operate al seno) comitato di Varese, ASST Sette Laghi, Opi Varese (Ordine delle professioni infermieristiche), Centro di ricerche in senologia dell’Università dell’Insubria, Fondazione Comunitaria del Varesotto e il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate sette appuntamenti per non abbassare la guardia: due open day per visite senologiche, una castagnata, una mattinata di pilates, la cena della salute, una serata informativa e di sensibilizzazione sulla prevenzione oncologica e uno spettacolo teatrale benefico. Il tutto dedicato ai dieci Comuni della Valbossa: Azzate, Bodio Lomnago, Brunello, Buguggiate, Castronno, Cazzago Brabbia, Crosio della Valle, Daverio, Galliate Lombardo e Inarzo.
«Ci muove la passione per il nostro territorio e la volontà di creare occasioni per valorizzarlo. A questa iniziativa abbiamo avuto un’adesione incredibile, segno di una comunità attenta e sensibile», ha detto Carlo Arioli portavoce di Azzate in Valbossa aprendo la conferenza stampa di presentazione alla presenza di Emanuele Monti, presidente della terza commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia e del presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli.
Il quadro è preoccupante: «Più di mille donne all’anno si ammalano di tumore alla mammella in provincia di Varese. In Italia i nuovi casi annuali sono più di 53 mila», ha osservato Francesca Rovera, responsabile SSD Breast Unit ASST Sette Laghi e direttore centro ricerche in senologia Università dell’Insubria. «Questo dato inquietante si allinea ad un altro dato molto rassicurante: la guarigione supera il 95% se la diagnosi è precoce. Questo invita la società civile ad una sensibile riflessione, alla quale seguono azioni concrete, mirate a portare un contributo di valore al benessere dell’universo femminile».
Valbossa in Rosa vuole essere una prima azione concreta. Come ha aggiunto Adele Patrini, presidente di Caos onlus: «Viviamo nell’era della medicina del dialogo dove comunicare è rendere più partecipi i cittadini. Eventi come questo agiscono sulla prevenzione primaria, alimentazione e stili di vita, su quella secondaria, attraverso le visite, sull’informazione e sulla rete: è un mondo che si stringe attorno al cancro al seno». Un mondo molto esteso: «La partecipazione è veramente molta: segno che il tema è sentito e c’è voglia di fare prevenzione», ha aggiunto Renata Maggiolini vicepresidente di Andos onlus.
La rete solidale che si è raccolta attorno a Valbossa in Rosa, ha creato un palinsesto che va dalla scienza alla clinica, dalla cultura al convivio, abbracciando un concetto etico che rende onore a questa battaglia di civiltà. «È una comunità che si mobilità; un territorio che fa sinergia per rispondere ad un’emergenza», ha affermato il vicepresidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Diego Trogher. «Il tema della prevenzione è un tema che unisce e che deve portarci ad essere maggiormente sensibili. Un appello cui la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha risposto prontamente nella convinzione di essere non solamente istituto di credito di questo territorio, ma soprattutto volano per far crescere una comunità».
E una testimonianza di forza arriva anche dall’arte. In occasione di Valbossa in Rosa, l’artista Mario da Corgeno ha realizzato l’opera “L’acuto del dolore” quale sprono a reagire, a muoversi per giocare d’anticipo.

Il programma si apre sabato 12 ottobre con visite senologiche gratuite proposte presso l’ambulatorio comunale di Azzate (via Acquadro 4): dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16 su prenotazione contattando il numero 0332.284502. L’iniziativa viene ripetuta sabato 26 ottobre dalle 9.30 alle 13.30, sempre su prenotazione chiamando il 348.6741083 (dalle 9 alle 11 e dalle 15 alle 17).
La settimana dedicata alla prevenzione si apre ufficialmente con la Castagnata e festa di solidarietà in piazza, a partire dalle 14 nella piazza della Pesa di Azzate domenica 20 ottobre (in caso di maltempo la manifestazione viene rinviata a domenica 27 ottobre).
Lunedì 21 ottobre a partire dalle 10, alla palestra Infiniti Percorsi (piazza Cairoli 4, Azzate), una lezione di pilates seguita da aperitivo a tema. Per prenotazioni: 333.2492866.
Martedì 22 ottobre alle 19.30 la cena della Salute” a base di prodotti bio e naturali al Centro Anziani di Buguggiate (via Trieste 33) presentata da Erika Vecchio, biologa e nutrizionista. Per prenotazioni: 348.2268566.
Giovedì 24 ottobre, alle 18.30, nella sala consiliare del Comune di Azzate (via Castellani 1) l’incontro dedicato informativo e di sensibilizzazione dedicato alla prevenzione oncologica. Intervengono: Emanuele Monti, presidente terza commissione Sanità e Politiche sociali di Regione Lombardia; Francesca Rovera, direttore SSD Breast Unit ASST Sette Laghi; Linda Bascialla, oncologo ospedale di Circolo Varese; Giovanna Iula, case manager SSD Breast Unit ASST Sette Laghi; Luisella Ferrari, psicologa clinica Andos Varese; Renata Maggiolini, vicepresidente Andos Varese e Adele Patrini, presidente associazione Caos. Modera l’incontro Gianni Spartà, presidente Varese per l’Oncologia.
Venerdì 25 ottobre, alle 20.45, al cinema Castellani di Azzate (via Acquadro 32) lo spettacolo teatrale “Non è vero ma ci credo” in favore delle associazione Andos e Caos. Commedia di Peppino De Filippo messa in scena dalla compagnia Attori in Circolo. Biglietti disponibili ad invito; per informazioni 339.6779440 oppure 0332.284502.

Valbossa in Rosa è promosso da Azzate in Valbossa in collaborazione con Caos, Andos comitato di Varese, ASST Sette Laghi, Opi Varese, Centro di ricerche in senologie dell’Università dell’Insubria, Fondazione Comunitaria del Varesotto, L’Alverare Odv, Associazione Commercianti Azzate, Associazione Alpini gruppo di Azzate, Proloco Azzate, Associazione nazionale Carabinieri, con il patrocinio della Provincia di Varese e del Comune di Azzate e con il sostegno, tra gli altri, della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.