Dalla Lombardia 4 milioni di euro per i sistemi di accumulo dell’energia

Il sistema di accumulo consiste in un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di controllo funzionali ad assorbire e rilasciare energia elettrica per funzionare in maniera parallela con la rete di distribuzione.

E’ stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore agli Enti locali, Montagna, Piccoli Comuni e Risorse energetiche Massimo Sertori, una nuova misura di incentivazione a favore della diffusione dei
sistemi di accumulo dell’energia da impianti fotovoltaici per favorire l’aumento del consumo in loco.

NUOVO BANDO E SISTEMA DI ACCUMULO – Il sistema di accumulo consiste in un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di controllo funzionali ad assorbire e rilasciare energia elettrica per funzionare in maniera parallela con la rete di distribuzione. Il nuovo bando previsto dalla Giunta mette a disposizione 4,4 milioni di euro e prevede una doppia finestra temporale per l’erogazione dei contributi su due anni, per il 2019 e il 2020.

USO PIU’ EFFICIENTE DELL’ENERGIA – “Si tratta della terza edizione del bando – ha sottolineato l’assessore Sertori – rivolto a privati cittadini residenti in Lombardia, che hanno gia’ installato un impianto fotovoltaico, o che sono intenzionati ad acquistarlo integrato con sistemi di accumulo di energia elettrica. L’obiettivo e’, ancora una volta, sulla scia del successo e dell’esperienza maturata nelle edizioni precedenti, di aumentare l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili locali”.

ABBATTIMENTO COSTI – “Oltre alla possibilita’ di mettere in rete l’energia prodotta e non consumata, – ha spiegato – il bando accumulo consentira’ di immagazzinare una parte dell’energia prodotta da impianto fotovoltaico e dara’ maggior beneficio ai cittadini, abbattendo i costi in bolletta”.

REGIONE ANTICIPA IL MERCATO – “Regione Lombardia – ha concluso Sertori – anticipa ancora una volta il mercato, investendo risorse importanti, con una misura che auspico si potra’ esportare in tutto il territorio nazionale”.