Dalla Regione soldi per l’avanzamento della Pedemontana e per la metro di Monza

600 milioni di euro per la Pedemontana lombarda e 283 milioni per il prolungamento della M5 da Milano a Monza

Il Pirellone ha confermato l’impegno a migliorare le infrastrutture per la mobilità autorizzando 600 milioni di euro per la Pedemontana lombarda e 283 milioni per il prolungamento della M5 da Milano a Monza.

“La Pedemontana – ha spiegato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala  – e’ fondamentale per le nostre imprese e sembra che le criticità siano ormai superate. Lasciarla coi’ sarebbe di nessuna utilità. Completarla significa consentire agli utenti e agli imprenditori di avere un collegamento fondamentale che attraversa tre province della Lombardia. Regione Lombardia ha inserito tra le priorità di investimenti nella provincia di Monza e Brianza il prolungamento della Metropolitana, perché riteniamo che questo collegamento possa portare benefici a Monza, anche a livello turistico, con la fermata al Parco e Villa Reale, oltre a quelle di servizio all’Ospedale San Gerardo e al Polo istituzionale. In più permetterebbe ai pendolari un collegamento più rapido da e verso Milano  con un possibile decongestionamento del traffico automobilistico, ormai al collasso”.

Il Sistema Viabilistico Pedemontano Lombardo (Pedemontana), che attraversa le province di Varese, Como, Monza-Brianza, Milano e Bergamo, è articolato in tre tratte autostradali nazionali:

  • Tangenziale di Varese (Gazzada-Valico del Gaggiolo) con sviluppo di circa 11 km (primo lotto 4,9 km; secondo lotto 6,3 km). Solo il progetto del primo lotto è stato approvato ed è stato aperto al traffico il 24 gennaio 2015.
  • Tangenziale di Como (Como sud-Tavernerio) con sviluppo di 9 km (primo lotto 3 km; secondo lotto 6,4 km). Solo il progetto del primo lotto è stato approvato ed è stato aperto al traffico il 23 maggio 2015. Il tracciato del secondo lotto è oggetto di confronto con gli Enti locali per la ridefinizione del relativo corridoio.
  • Collegamento tra la A8 e la A4, lungo 67 km, che si articola in:
    • Tratta A: lunga 14,3 km, a due corsie per senso di marcia, da Cassano Magnano (A8) fino a Lomazzo (A9). Aperta al traffico il 26 gennaio 2015.
    • Tratta B1: lunga 7,5 km, a due corsie per senso di marcia sino a Lentate sul Seveso (ex SS35). Aperta al traffico il 5 novembre 2015.
    • Tratta B2: lunga 9,5 km, a due corsie per senso di marcia sino a Meda; poi tre corsie per senso di marcia più emergenza sino a Cesano Maderno.
    • Tratta C: lunga 16,6 km, da Cesano Maderno alla A51 (Tangenziale est) a Vimercate (a tre corsie per senso di marcia).
    • Tratta D: lunga 16,8 km, a due corsie per senso di marcia, da Vimercate alla A4 (Brembate).

Oltre all’infrastruttura autostradale di complessivi 86,7 km, è prevista la realizzazione di numerose opere connesse (per oltre 48 km) con l’obiettivo di colmare il forte deficit infrastrutturale esistente a nord dell’asse Milano-Bergamo.

Questo sistema permette un collegamento più funzionale e va a decongestionare l’autostrada A4 proprio nel punto di attraversamento urbano di Milano. L’opera si propone anche di dare un’alternativa autostradale a nord del corridoio della A4 per i traffici di media e breve percorrenza e di completare e razionalizzare i diversi livelli della rete stradale nel quadrilatero Varese – Como – Bergamo – Milano.

Dal punto di vista attuativo, Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. è la concessionaria, mentre Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A. è la concedente, per conto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, trattandosi di concessione autostradale di competenza statale. Il costo dell’intervento è di 4.118 milioni di euro.

Sui siti di: Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. (www.pedemontana.com) e di Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A. (www.calspa.it) sono pubblicati altre informazioni e maggiori dettagli.

Il tracciato di dettaglio dell’intervento è online sul servizio di mappa delle infrastrutture programmate di Regione Lombardia (http://www.infrastrutturetracciati.servizirl.it/).